5 Ottobre 2010

CASALECCHIO – E’ L’ ULTIMO arrivato, ma ha già fatto il suo ricco bottino di contravvenzioni

CASALECCHIO – E’ L’ ULTIMO arrivato, ma ha già fatto il suo ricco bottino di contravvenzioni. E’ il Vista Red che veglia giorno e notte sul principale incrocio del centro di Casalecchio: quello fra la via Porrettana e le vie Garibaldi e Marconi. Da febbraio ad oggi ha staccato più di 2100 multe rilevando senza eccezioni le targhe dei mezzi che hanno passato la linea delle quattro intersezioni quando il rosso era già scattato. Per gli automobilisti un salasso da 315mila euro, o anche più per via dei tanti che decidono di non segnalare i dati del conducente ed aggiungono quindi sanzione su sanzione pur di evitare la decurtazione dei punti sulla patente. E PER un ritardo di sei mesi sulla notificazione, proprio in questi giorni stanno fioccando i verbali a domicilio e si moltiplicano le proteste, le richieste di visione dei filmati e anche l’ annuncio di ricorsi, magari sul modello predisposto da Codacons in accordo con la lista civica di Casalecchio: «Ogni giorno ci arrivano le proteste degli automobilisti» conferma Bruno Cevenini, esponente della lista civica che insieme all’ avvocato Mauro Barbieri punta almeno all’ allungamento del tempo dell’ arancione ritenuto troppo breve con i suoi attuali quattro secondi. Fra gli automobilisti colti in fallo dall’ occhio implacabile del vigile elettronico anche il parroco don Lino Stefanini che proprio a proposito del Vista Red ha parlato di ‘ sistema diseducativo’ . NON la vede allo stesso modo il sindaco Simone Gamberini che mentre ammette il ritardo sui tempi di notificazione, sostiene la validità e la correttezza dell’ operato degli impianti: «Per problemi di personale siamo partiti con le notifiche solo sei mesi dopo l’ accensione dell’ impianto e questo solleva proteste – spiega Gamberini -. Però a don Lino devo dire che, com’ è accaduto appunto anche a me, se si passa col rosso è assai probabile causare incidenti e quindi ripercussioni ben più gravi. Dai tempi dei dieci comandamenti la società ha avuto bisogno di darsi delle regole e dato che non viviamo in un mondo ideale, ha dovuto trovare anche il modo di sanzionare i comportamenti contro queste regole. C’ è un tema di sicurezza e di tutela specie dei più deboli, come i pedoni. Dell’ efficacia educativa del Vista Red parlano i dati che mostrano in generale un calo di oltre il 60 per cento delle violazioni dopo pochi mesi dall’ entrata in vigore. Sulla durata dell’ arancione dico che ci sono esperti che hanno valutato attentamente i tempi più opportuni tenendo conto di molte variabili. Io non sono un tecnico e mi fido di quelle valutazioni».
 

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox