27 Maggio 2011

CASAL PALOCCO: IL CODACONS RICORRE AL TAR DEL LAZIO CONTRO IL XIII MUNICIPIO

    PER LA MANCATA APERTURA DEL VARCO TRA VIA NICENETO E VIA IPPARCO DI NICEA PREVISTA DA APPOSITA DELIBERA DEL CONSIGLIO COMUNALE

    Il Codacons ha depositato oggi un ricorso al Tar del Lazio contro il XIII Municipio per la mancata attuazione della delibera del Consiglio Comunale del 29 aprile 2010, relativa all’apertura di un varco tra Via Niceneto e Via Ipparco di Nicea nella zona di Casal Palocco.
    Da tempo la sede di Acilia dell’associazione riceve le segnalazioni di cittadini residenti nel quartiere che quotidianamente, a causa della mancata realizzazione di tale varco, subiscono un grave disagio in termini sia di tempo che di traffico. Evidenti problemi di viabilità si creano in particolare per arrivare da Via Ipparco di Nicea all’arteria principale (via Cristoforo Colombo) in quanto gli automobilisti sono costretti ad allungare a dismisura la tratta da percorrere con incremento di traffico e, al contempo, determinando un sensibile aumento delle immissioni prodotte dai gas di scarico dei veicoli (che quotidianamente devono percorrere inutili chilometri aggiuntivi).
    Più di un anno fa, in data 29 aprile 2010, era stata deliberata dal Consiglio comunale del Municipio XIII, l’apertura del varco tra Via Niceneto e Via Ipparco di Nicea; la competente Commissione Lavori Pubblici approvò positivamente il progetto urbanistico come da Convenzione tra il Consorzio Nuova Palocco ed il Comune, che prevedeva per l’appunto l’apertura di un varco tra le predette vie, ed è stato conferito mandato al Presidente del Municipio XIII di realizzare il progetto.
    Finora nulla è stato fatto, nonostante le diffide inviate dal Codacons e le tante proteste dei residenti. Per tale motivo l’associazione ha depositato oggi un ricorso al Tar del Lazio, in cui si chiede ai giudici di ordinare al Municipio la realizzazione immediata del varco, e di disporre un risarcimento per i danni subiti dai cittadini del quartiere.
    “Abbiamo chiesto al Tar un risarcimento pari a 10mila euro per i disagi patiti dagli automobilisti della zona – afferma il Vicepresidente Codacons, Giovanni Pignoloni – e di stabilire fin da ora una somma di denaro che il XIII Municipio dovrà pagare per ogni giorno di ritardo nell’esecuzione del progetto approvato dallo stesso Municipio!”.

     

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox