22 Settembre 2020

Cartelli stradali malridotti incolunità pubblica a rischio

CERVETERI Cartelli cadenti a Cerenova. Nelle vie e nelle piazze della frazione di Cerveteri è scattato l’ allarme per il pessimo stato della segnaletica verticale che rischia di cadere sulla testa di pedoni e automobilisti. Tra usura, raffiche di vento, scarsa manutenzione e raid dei vandali, molti segnali stradali sono stati abbattuti od oscillano pericolosamente, per la preoccupazione di residenti e villeggianti che più volte hanno sollecitato interventi radicali. Una vera e propria mappa di cartellonistica pericolante: da anni non vengono effettuati interventi di sostituzione di pali e segnali, in alcune strade mancherebbe addirittura l’ indicazione col nome della via. Ad aggravare uno scenario di degrado sono arrivati i teppisti che, dalla fine della quarantena, hanno imperversato a Cerenova, abbattendo e danneggiando cartelli stradali, devastando impiantistica pubblicitaria e turistica. I blitz più frequenti sono accaduti in estate nella zona della movida. Soprattutto a piazza Morbidelli e via Angelucci, residenti e vacanzieri hanno trovato la cartellonistica divelta e demolita. Mesi fa il Comune di Cerveteri aveva annunciato di aver avviato uno studio per la sostituzione della segnaletica verticale a Cerenova e Campo di Mare. Per finanziare il progetto si potrebbero adoperare i proventi delle multe che dovrebbero lievitare vista l’ imminente accensione degli autovelox posizionati in via Settevene Palo, via Fontana Morella e lungo la via Doganale a Borgo San Martino. Strade dove le statistiche dei tamponamenti evidenziano una particolare necessità di regolare la velocità dei veicoli. La situazione di pericolo nelle strade di Cerenova ha suscitato l’ intervento delle associazioni dei consumatori che bussano perentoriamente alla porta del municipio di Cerveteri. «Non è ammissibile nel 2020 afferma il coordinatore del Codacons del litorale, Angelo Bernabei che i cittadini corrano il rischio di essere feriti da cartelli stradali fatiscenti e pericolanti. Abbiamo effettuato un sopralluogo nelle vie di Cerenova, scoprendo una situazione allarmante, aggravata dal fatto che da anni gli amministratori di Cerveteri si disinteresserebbero della problematica. Chiediamo ufficialmente al Comune di intervenire prima che accada il peggio. Siamo pronti a esposti alla prefettura di Roma e all’ avvio di petizioni popolari». Gianni Palmieri © RIPRODUZIONE RISERVATA.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox