30 Agosto 2023

CARPINETI, GATTI ABBANDONATI: ASSOFIDO PRESENTA ESPOSTO IN PROCURA

Assofido-Codacons ha presentato un esposto alla Procura della Repubblica di Reggio Emilia in merito al caso dei gatti abbandonati a Carpineti.
“L’Associazione vuole portare all’attenzione dell’Autorità in indirizzo il grave episodio verificatosi presso il comune emiliano di Carpineti, ove si è assistito all’ennesimo atto di abbandono nei confronti di un animale domestico – scrive Assofido nell’esposto – Più nello specifico, e come riportato sui vari articoli di stampa si legge: «La donna è stata notata abbandonare i due cuccioli da abitanti del posto. Una donna è stata denunciata dai carabinieri forestali di Carpineti. L’accusa è di aver abbandonato due gattini in un parcheggio». La scrivente Associazione ritiene che non ci siano scuse dinanzi all’abbandono di un animale (gatto o altro animale domestico che esso sia), dal momento in cui trattasi di una pratica abietta che nessuna motivazione reale può giustificare. Rifiutarsi intenzionalmente di prendersi cura del proprio animale, consapevoli della sua incapacità di poter provvedere autonomamente a sé stesso è un reato tanto grave quanto quello dell’allontanamento fisico”.
“Nella vicenda in esame parrebbero potersi ravvisare profili di rilevanza penale, tali da richiedere il sollecito intervento dell’Autorità adita. Nella specie, le condotte suesposte, per come rappresentate, parrebbero potersi sussumere nella fattispecie delittuosa prevista e punita dall’articolo 727 del Codice Penale nelle caratteristiche declinate dalla giurisprudenza di legittimità in punto di Abbandono di animali. Recita il succitato articolo: «Chiunque abbandona animali domestici o che abbiano acquisito abitudini della cattività è punito con l’arresto fino ad un anno o con l’ammenda da 1.000 a 10.000 euro. Alla stessa pena soggiace chiunque detiene animali in condizioni incompatibili con la loro natura, e produttive di gravi sofferenze».
Per tali motivi Assofido-Codacons ha chiesto alla Procura di Reggio Emilia di voler utilizzare ogni strumento investigativo consentito dalla legge e dal rito allo scopo di predisporre tutti i controlli necessari per accertare quanto esposto ed in caso positivo di verificare il configurarsi di eventuali illeciti e responsabilità, oltre che, in caso affermativo, di esperire l’azione penale.
L’Associazione ricorda inoltre a tutti i cittadini che è a loro disposizione il sito web www.assofido.it, il numero Whatsapp 0695550273 e l’indirizzo mail [email protected] ai quali segnalare casi di violenza o abbandono nei confronti di cani, gatti o altri animali, con la possibilità di inviare anche foto e video e altri elementi utili a individuare i responsabili dei reati.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox