20 Ottobre 2004

CARO-VACCINO: NO AI REGALI ALL`INDUSTRIA FARMACEUTICA IN CAMBIO DEL DOVUTO RIBASSO DEI VACCINI

INTESACONSUMATORI CONTRO L`INSERIMENTO IN FASCIA A DEI VACCINI, VERO REGALO MILIONARIO AGLI INDUSTRIALI: I VACCINI IN NESSUN PAESE DEL MONDO SONO FORNITI DAL SSN, OSSIA A CARICO DELLA COLLETTIVITA`, SE NON ALLE CATEGORIE A RISCHIO GIA` DA IERI L`ESPOSTO DI INTESACONSUMATORI E` SUL TAVOLO DI TESAURO E DI GUARINIELLO: SI INDAGA SUL CARTELLO DIMOSTRATO ANCHE DAL RIBASSO

SARA` IMPUGNATA AL TAR L`ORDINANZA DI SIRCHIA SE PREVEDERA? LA PROMESSA DEL MINISTRO DI FAR PASSARE IN FASCIA A IL VACCINO
IntesaDeiConsumatori

Intesaconsumatori torna all?attacco sul prezzo dei vaccini. Va bene ribassare il prezzo dei vaccini antinfluenzali in Italia ? affermano ADOC, ADUSBEF, CODACONS e FEDERCONSUMATORI – ma in nessun caso il vaccino dovrà essere inserito in fascia A, ossia quella gratuita.

La diminuzione dei prezzi dei farmaci è un atto dovuto ? prosegue l?Intesa ? mentre l?inserimento del vaccino antinfluenzale in fascia A sarebbe solo un enorme regalo alle già ricchissime case farmaceutiche. In nessun paese del mondo il vaccino viene fornito a carico del SSN, se non ai soggetti deboli, per non gravare sulla collettività. In Italia, vista la situazione economica non certo rosea e i tetti di spesa dei vari ministeri, il vaccino antinfluenzale deve essere fornito gratuitamente dal servizio sanitario solo ed esclusivamente ai soggetti a rischio (anziani e bambini), visto che per gli altri soggetti non è assolutamente indispensabile; in caso contrario la spesa pubblica lieviterebbe con il rischio di far uscire dalla fascia A farmaci ben più utili e indispensabili rispetto al vaccino.

Se l?ordinanza del Ministro prometterà tale passaggio in fascia gratuita, Intesaconsumatori è pronta a ricorrere al Tar chiedendo la sospensione del provvedimento.

Sul fronte legale intanto l?esposto dell?Intesaconsumatori è finito sul tavolo del Procuratore Raffaele Guariniello e del Presidente dell?Antitrust Tesauro: aggiotaggio e cartello anticoncorrenza i reati ipotizzati, adesso avvalorati anche dalla diminuzione dei prezzi dei vaccini, che dimostra la possibilità che nel settore dei farmaci i prezzi siano stati mantenuti artificialmente elevati.

IntesaConsumatori chiede pertanto al Ministro Sirchia di aprire un tavolo di confronto fra le parti per capire come mai molti farmaci di uso comune hanno prezzi maggiorati rispetto agli altri paesi europei. Come possiamo giustificare aumenti che vanno da un +12,01% a un +88,37?.











Farmaci
Aumenti %
Zantac +20,44%
Xanax +62,68%
Aspirina +47,44%
Zoladex +17,49%
Tintura madre +29,50%
Granuli +63,80%
Oligoelementi +88,37%
Pomate 76,50%





Si prega di citare per esteso le sigle delle 4 associazioni

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox