15 Febbraio 2011

Caro-biglietti del bus Si torna a trattare

CODACONS: ILLEGITTIMO
 

C’ è ancora un piccolo spiraglio per rivedere l’ indigesto prezzo del biglietto del bus. E’ quanto si evince sia dalle caute aperture del sindaco Tiziano Tagliani (la Nuova di domenica), sia dalle dichiarazioni del vicepresidente della Provincia di Bologna. Giacomo Venturi, rispondendo ieri ad una interpellanza dell’ Udc bolognese, ha detto di rimettersi «al tavolo del 22 febbraio convocato dalla Regione, se ci sono novità sulle risorse siamo pronti a riconvocare i sindacati». Venturi ha ricordato comunque il taglio «senza precedenti» dei fondi al trasporto pubblico locale, ribadendo che gli aumenti servono per salvare il servizio. A far discutere è l’ entità degli incrementi, per Ferrara di fatto superiori al 20% che i sindacati considerano la base del Patto della mobilità da loro firmato, poichè la stangata è doppia: una parte tra marzo e agosto, la seconda nel 2012. Il Codacons ha intanto fatto sapere di ritenere «illegittimo» l’ aumento, e ha deciso di «impugnare tale decisione e di porre in campo una serie di iniziative volte a far rilevare l’ assurdità delle pretese» legate al biglietto in vettura, che a Bologna si è adeguato al prezzo ferrarese: 1,50 euro.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox