13 Luglio 2011

CARO-BENZINA, PARTE L’ ESPOSTO In 104 PROCURE

R ischio di speculazione. Ipotesi di aggiotaggio. Contro il caro-benzina le associazioni dei consumatori vanno all’ attacco. E in maniera pesante. Adesso invocano anche l’ intervento della magistratura, tanto da preannunciare un esposto a 104 Procure di tutta Italia, proprio in merito ai listini dei carburanti. «I rincari di benzina e gasolio registrati negli ultimi giorni – denunciano in coro le associazioni dei consumatori riunite nella sigla Casper, Adoc, Codacons, Movimento difesa del cittadino e Unione nazionale consumatori- sono eccessivi e hanno portato i listini a livelli preoccupanti, raggiungendo al Sud Italia quota 1,665 euro al litro. Aumenti che, temiamo, rappresentano solo l’ inizio della speculazione sulle vacanze estive degli italiani, e che non trovano alcuna giustificazione dal momento che le quotazioni del petrolio appaiono in calo» . Per effetto di questi rincari, secondo le associazioni, ogni automobilista spende oggi 10,6 euro in più per un pieno di benzina, e addirittura 12,2 euro in più per un pieno di gasolio, rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Da qui la richiesta di un intervento della magistratura «per accertare eventuali anomalie nella formazione dei prezzi» . © RIPRODUZIONE RISERVATA.
 

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox