fbpx
19 Luglio 2002

Caro-benzina, la protesta dei consumatori


Le associazioni dei consumatori vogliono vederci chiaro. E per prima cosa minacciano di passare ai fatti proprio nel momento clou dell`estate vacanziera con divieti tassativi: non fermarsi a fare benzina nelle stazioni di servizio Api e Tamoil e non fare il pieno di gasolio in quelle Fina. Quando? Nei giorni più bollenti dell`estate: il 31 luglio e il primo agosto, in coincidenza del grande esodo estivo. La risposta di Adoc, Adusbef, Federconsumatori e Codacons (l`Intesa dei consumatori) al caro-benzina è quindi quella di una campagna europea di boicottaggio contro le compagnie più rappresentative del caro-carburante. Spagna, Francia e Grecia potrebbero essere coinvolte nell`iniziativa italiana che prevede anche la richiesta alla Unione Europea di aprire un`indagine sul cosiddetto “cartello petrolifero“ delle aziende estrattive. Ma non basta. L`Intesa chiede anche un risarcimento dei soldi scialacquati per le presunte speculazioni.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox