10 Febbraio 2008

Caro calcetto, rincari anche per divertimenti e svaghi

L`allarme lanciato dal Codacons: aumenti fino al 93,7% negli ultimi 7 anni.
Lievitati anche i prezzi per l`affitto dei campi da tennis.
I dati emergono da una indagine a Roma e Milano sulle tariffe praticate nei centri sportivi

“Non aumentano solo i prezzi dei carburanti, degli alimentari, degli affitti, e le tariffe energetiche, aumentano anche i costi dei divertimenti, in particolare dei due sport maggiormente praticati dagli italiani: calcetto e tennis“. Lo sottolinea il Codacons che ha svolto una indagine a Roma e a Milano, monitorando le tariffe praticate da numerosi centri sportivi, per analizzare come è variato il costo dell`affitto di un campo da calcetto e da tennis negli ultimi 7 anni. Un campo di calcetto diurno costa 50 euro/h sia a Milano che a Roma segnando un aumento del 93,7%. Quello serale 64 euro/h a Milano e a Roma 60 euro/h, con rincari rispettivamente del 54,9% e del 45% . Un campo tennis in erba sintetica si paga a Milano 16 euro/h e 15 euro/h a Roma, con un aumento del 55,3% e del 82,9%. Un campo da tennis in terra rossa costa a Milano 15 euro/h e a Roma 10 euro/h, per un aumento in entrambe le città pari al 93,7%. “Come avvenuto in molti altri settori – spiega il presidente Codacons, Carlo Rienzi – in diversi casi le tariffe sono state praticamente raddoppiate. Ciò, unito all`aumento del costo della vita, ha determinato una netta diminuzione del numero di cittadini che possono permettersi con una certa regolarità qualche ora di svago e di sport. La percentuale di utenti che affittano almeno una volta a settimana un campo per una partita a tennis o a calcetto, infatti, è diminuita negli ultimi sette anni di circa il 25%“.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox