11 Febbraio 2008

Caro calcetto: raddoppio in 7 anni

L`INDAGINE DEL CODACONS SU ROMA E MILANO
Caro calcetto: raddoppio in 7 anni
Per una partita ci vogliono 50 euro

TORINO Altri tempi si dirà. Allora Roberto Baggio non aveva ancora dato l`addio al calcio e Ronaldo faceva gol con la testa bella lucida come una palla da biliardo (probabilmente non conosceva ancora la crescina). Proprio altri tempi perché nel 2001, quando la moneta unica non era ancora obbligatoria, prendere in afftto un campo da calcetto di giorno per tirare i classici due calci al pallone costava poco più di cinquantamila lire (26 euro), oggi ci vuole quasi il doppio: 50 euro, sia a Roma che a Milano. La denuncia sul “caro-calcetto“, dopo benzina e alimentari, arriva dal Codacons, che ha svolto un`indagine a Milano e nella capitale. Prendere in affitto un campo da calcetto (lo stesso vale per un campo da tennis) viene ora a costare fino al 93% in più rispetto a sette anni fa. “Non bastavano i rincari dei carburanti, degli alimentari, degli affitti, e le tariffe energetiche – afferma l`associazione dei consumatori – aumentano anche i costi dei divertimenti, in particolare dei due sport maggiormente praticati dagli italiani: calcetto e tennis“. L`indagine del Codacons si è concentrata su Roma e Milano, monitorando le tariffe praticate da numerosi centri sportivi, per analizzare come è variato il costo dell`affitto di un campo da calcetto e da tennis negli ultimi sette anni. Come si è detto per un campo di calcetto diurno si pagano 50 euro, con un aumento del 93,7% rispetto a sette anni prima. Sale a 60 euro a Roma e a 64 euro a Milano invece l`affitto di un campo la sera, quando è necessario accendere i riflettori. Ma in questo caso l`incremento è meno alto: va dal 45% in più rispetto al 2001 registrato a Roma, al 59,4% in più di Milano. Non va meglio per chi ama il tennis. L`affitto di un campo in erba sintetica costa 15 euro a Roma e 16 a Milano con un aggravio in 7 anni che è rispettivamente dell`82,9% e del 55,3%. Chi ama la terra rossa, come il campione Nadal, riesce a risparmiare qualche euro: paga 15 euro a Milano, 10 a Roma e, in tutti e due i casi, l`aumento registrato in sette anni è del 93,7%. “Come avvenuto in molti altri settori – spiega il presidente Codacons, Carlo Rienzi – in diversi casi le tariffe sono state praticamente raddoppiate“. Ma a risentirne non sono solo tasche degli italiani ma anche lo sport. “La percentuale di utenti che affittano almeno una volta a settimana un campo per una partita a tennis o a calcetto – conclude amaramente Rienzi – è diminuita negli ultimi sette anni di circa il 25%“.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox