15 Febbraio 2008

Caro calcetto. Fittare un campo costa una cifra

Caro calcetto, anzi carissimo. Potrebbe cominciare così la lettera aperta dei praticanti campani al loro amico di una sera a settimana. Perché negli ultimi anni, lo fanno notare le associazioni dei consumatori Codacons e Adoc, la “partitella“ è diventata un lusso. Dal 2001 ad oggi, quello sfizio che una volta si comprava con le vecchie 5mila lire, è aumentato addirittura del 93,7%. Così anche il tennis, almeno a Roma e a Milano. Ma basta un giro per i campetti della Campania, regione a fortissima vocazione pallonara, per rendersi conto che il dato si replica tale e quale anche qui. A Napoli, fittare un campo in erba sintetica per una sfida 5 contro 5 può costare tra i 60 e i 70 euro all`ora. Esattamente il doppio delle 60mila lire degli anni immediatamente precedenti all`ingresso dell` Italia nell`Euro. In ossequio alla proporzione empiricamente scientifica secondo la quale 1000 lire valgono 1 euro, dunque, oggi bisogna sborsare dai 6 ai 7 euro a testa per 60 minuti di sgroppate dietro un pallone. I dati nazionali dicono che un feedback negativo c`è: i fitti sarebbero diminuiti del 25%.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox