fbpx
8 Febbraio 2002

Carne rossa: prevale la fiducia finora consumi nella normalità

ROMA ? I consumi di carne bovina, a tre giorni dalla scoperta del primo caso in Italia della variante umana della malattia di Creutzfeldt-Jackob, sembrano proseguire nella piena normalità e i timori di una nuova crisi da mucca pazza si fanno sempre più lontani. In tal senso, parole rassicuranti arrivano dalle associazioni di categoria che ribadiscono come «i consumatori mantengano la piena fiducia» anche se l`Assocarni, pur accodandosi al coro, evidenzia come una fotografia «più dettagliata potrà aversi soltanto a partire dalla prossima settimana e che un calo della domanda potrà esserci, eventualmente, solo per quanto riguarda la grande distribuzione». Dello stesso avviso delle Associazioni di categoria non sembrano però essere i listini della Borsa di Milano dove ieri pomeriggio il titolo di Cremonini, una delle principali industrie della carne italiana, ha segnato forti perdite (-6,40%) sui timori di nuove difficoltà per il settore. Ma, in sostanza, a prevalere è l`ottimismo. Il Codacons però invita i consumatori a evitare la bistecca: la carne italiana non è sicura per via delle farine animali e della macellazione clandestina.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox