30 Aprile 2011

Cardiologia, nuovo caso?

Cardiologia, nuovo caso?
 

A Fausto Valentini, 60 anni di Carpi, diabetico, il centro dedicato di Carpi consiglia di fare due ecodopller al Policlinico, al tronco e agli arti inferiori, per verificare la funzionalità delle vene e delle arterie. Era la metà di luglio dello scorso anno. Esami che l’ uomo periodicamente deve effettuare. Una volta eseguiti all’ Emodinamica della Cardiologia, il medico del reparto comunica a Valentini che sarebbe necessario eseguire con urgenza una coronarografia e un’ angioplastica. Secondo il paziente però non gli viene spiegato in alcun modo quali potrebbero essere i rischi, anche importanti, ai quali si può andare incontro, in particolare se si è diabetici. Che qualcosa sia andato storto Valentini lo capisce subito dopo essere stato trasferito in reparto. Dal ginocchio in giù’ della gamba sinistra non c’ è più sensibilità, oltre ad accusare forti dolori. Ciononostante l’ uomo viene dimesso dopo una settimana. In agosto viene ricoverato di nuovo, nello stesso reparto: i dolori sono insopportabili e il sangue, sempre secondo Valentini, non ha mai ripreso a circolare nella parte inferiore della gamba sinistra. I sanitari decidono per una seconda angiopalstica, ma il problema non si sarebbe risolto, anzi. "Con una parte del piede già in necrosi, precisa Valentini, vengo comunque dimesso per la seconda volta". Quando il 60 enne di Carpi, che nel frattempo aveva perso 25 chili, si rivolge alla chirurgia vascolare dell’ ospedale di Baggiovara, pochi giorni dopo il secondo intervento al Policlinico, i sanitari gli dicono che le condizioni della gamba sono talmente gravi che si può solo amputare. di Daniela Grassi.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this