11 Febbraio 2011

CARBURANTI: CODACONS CHIEDE A ROMANI DI STRACCIARE DDL CONCORRENZA

            Roma, 11 feb. – (Adnkronos) – Il Codacons chiede al ministro
dello Sviluppo Economico, Paolo Romani, di stracciare quanto previsto
nel ddl concorrenza in materia di carburanti. Lo chiede l’associazione
dei consumatori in una nota dopo che sono aumentati nuovamente i
prezzi dei carburanti con la benzina che svetta nuovamente sopra 1,5
euro al litro.
      Per il Codacons il ddl concorrenza in materia di carburanti
prevede cose ”addirittura dannose”, come ”prezzi bloccati per 7
giorni (ossia l’opposto della libera concorrenza che prevede la libera
fluttuazione dei prezzi), possibilita’ di variare i prezzi anche in
giorni diversi della settimana (cosi’ da non dare neanche il vantaggio
di poter pubblicare un listino dei cattivi che valga dal lunedi’ alla
domenica successiva), possibilita’, durante i 7 giorni, di poter
abbassare il prezzo (cosi’ chi ha fatto un prezzo piu’ alto, invece di
pagare il fio della colpa, puo’ rimediare in corner)”.
      Il Codacons chiede al Governo di aprire un nuovo tavolo di
confronto con gestori e associazione di consumatori e avanza le
seguenti proposte: ”apertura dei distributori con autorizzazioni ex
ante, per favorire ingresso grande distribuzione; eliminazione dei
millesimi dal prezzo dei carburanti, cosi’ da facilitarne la lettura
da parte del consumatore; modifica dell’art. 15 del D.lgs n. 206/2005,
prevedendo obbligo di cartelli luminosi per esporre i prezzi
praticati, con numeri alti minimo 25 centimetri, posti in alto, sotto
l’insegna della compagnia; sanzioni severe e sospensione attivita’ per
chi non espone prezzi in modo ben visibile; benzacartelloni anche in
citta’; piu’ poteri all’Antitrust in materia; sterilizzazione
dell’aumento dei prezzi dei carburanti, da una certa soglia in su;
controlli della Gdf alle pompe, sia per controllare i litri
effettivamente emessi che la corrispondenza tra i prezzi esposti nei
cartelli e quelli effettivamente praticati, altro che estensione della
possibilita’ di rubare carburante ai consumatori”.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox