fbpx
30 Dicembre 2012

Capodanno, sequestrati 1400 chili di botti illegali

Capodanno, sequestrati 1400 chili di botti illegali

INSIGNE, Maya e O’ Spread. Tre nomi da cui diffidare nell’ acquisto dei botti di fine anno. Gli stessi che le forze dell’ ordine ormai conoscono a memoria. Sono 1400 i chili di fuochi d’ artificio illegali sequestrati dai carabinieri dall’ inizio delle feste e che si aggiungono alle migliaia di petardi già requisiti dalla polizia. L’ operazione più importante a casa del “Miccia”, un pregiudicato di Monterotondo. Nell’ abitazione i militari hanno trovato un arsenale: 500 chili di materiale pirotecnico non autorizzato. «Con l’ aiuto delle forze dell’ ordine, i feriti da fuochi d’ artificio stanno diminuendo», spiega Anna Maria Spagnoli, repuò sponsabile dell’ unità di chirurgia della mano del policlinico Umberto I. Ma ogni anno la dottoressa si trova a stilare quello che, più che un referto, sembra un bollettino di guerra. «A rischiare più di tutti – ricorda il camice bianco – sono i giovani. Spesso arrivano con lesioni gravi, che richiedono l’ amputazione di una o più dita. Noi siamo specializzati in plastica ricostruttiva e ci saremo anche nella notte di Capodanno». L’ attenzione non deve calare mai: «Neanche con i botti legali – continua il medico – si può stare sicuri. Non vanno mai raccolti quelli inesplosi o caduti prima di essere innescati. Le polveri si mischiano e anche una fontana diventare una bomba». Il vademecum per chiudere l’ anno in sicurezza lo completano i carabinieri. Primo avvertimento: mai comprare botti illegali. Non bisogna far esplodere i fuochi in contenitori di ferro o avvicinare la miccia al volto durante l’ accensione. Infine, mai recuperare le polveri dei petardi inesplosi per costruire botti artigianali. All’ allarme lanciato da forze dell’ ordine, Codacons e Legambiente si sono aggiunti gli appelli delle associazioni animaliste Lav e Lega del cane. E della consigliera del Pd capitolino Monica Cirinnà: «Il sindaco Alemanno emani un’ ordinanza contro i botti a tutela di cani, gatti e uccelli». © RIPRODUZIONE RISERVATA Tra i giovani le lesioni maggiori per i botti illegali ESPLOSIONI I carabinieri: “Mai raccogliere i petardi inesplosi”
lorenzo d’albergo
 

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox