11 Giugno 2004

Capezzone: “Alle europee votate per la Lista Bonino“

Capezzone: “Alle europee votate per la Lista Bonino“




?Siamo stati buoni profeti. Cosa che in questo Paese è peraltro molto facile: basta prevedere il peggio?. Giunto all?ultimo giorno di campagna elettorale, il segretario di Radicali Italiani Daniele Capezzone non è certo sorpreso per il black-out informativo che sugli schermi tv ha oscurato le proposte e i volti della Lista Bonino. ?Come previsto, nella settimana precedente il voto siamo stati esclusi dai vari Porta a Porta e Ballarò. Ma aldilà del nostro caso, mi preme sottolineare l?illegalità di tutta quanta la campagna elettorale. Ci sono liste – penso ad esempio a quelle dei Codacons e di Alessandra Mussolini – che sono state presenti in video appena un paio di volte: un autentico scandalo, se solo si pensa ai dati Censis secondo i quali il 93 per cento degli elettori si informa soprattutto guardando la televisione. Ma se le responsabilità del centrodestra sono gravi, il comportamento del centrosinistra è addirittura osceno: esprime il presidente della commissione parlamentare di vigilanza sulla Rai Tv Claudio Petruccioli e il presidente dell?Authority sulle Telecomunicazioni Enzo Cheli – entrambi latitanti – e propone come suoi massimi candidati giornalisti (Lilli Gruber e Michele Santoro) che per anni hanno fatto a bistecche il cavallo di viale Mazzini?.

Nelle ultime ore, a sinistra sembrano in effetti più interessati all?azione di disinformatja sulla liberazione di Maurizio Agliana, Umberto Cupertino e Salvatore Stefio.
Gino Strada a parte (che meglio farebbe a raccontarci, dai lussuosi alberghi giordani che pare frequenti, l?esito reale delle sue trattative), qualunque persona informata e intellettualmente onesta sa ormai che i tre ostaggi – in caso di mancata liberazione – sarebbero stati uccisi alla vigilia del voto. Se non capisco quindi le polemiche contro il governo, sono invece d?accordo con Giuliano Ferrara quando scrive che negli ultimi mesi questa è stata forse l?unica circostanza nella quale Berlusconi abbia dato prova di grande determinazione. Resta da chiedersi perché – nonostante disponga di una maggioranza straordinaria alla Camera e al Senato – non abbia usato il medesimo coraggio per riformare il sistema previdenziale, per separare le carriere dei magistrati oppure per ridurre senza tante chiacchiere il prelievo fiscale. Quanto alla Lista Prodi, pur di ricevere da Fausto Bertinotti il piatto di lenticchie avvelenate della mozione unitaria sull?Iraq, ha rinunciato all?opportunità di darsi una linea di governo. E poco mi convince anche lo smarcamento postumo di Giuliano Amato: a che servono le lacrime di coccodrillo dopo che si è accettato il diktat di Bertinotti e Agnoletto? Estremismo in politica internazionale a parte, mi sembra che il centrosinistra si distingua solo nel mettere insieme poteri globalmente deboli ma in Italia ancora fortissimi. Trovo ad esempio curioso che denuncino il conflitto di interessi del premier (che pure esiste) e poi si dimentichino di sollevare la medesima questione per Luca Cordero di Montezemolo: presidente di Confindustria, Fiat, Ferrari, Fiera di Bologna, Federazione editori giornali nonché controllore del Sole 24 Ore, della Stampa e presto anche del Corriere della Sera?

Tornando alla Lista Bonino, cosa crede che vi riservi l?immediato futuro?
All?indomani delle elezioni in molti passeranno il proprio tempo a recriminare oppure a leccarsi le dita. Noi invece siamo attesi da un pieno di attività politica estiva: da un lato con le campagne transnazionali del Partito radicale (attaccato all?Onu dalle dittature comuniste e islamiche), dall?altro sia con la raccolta delle firme sul referendum contro la legge sulla fecondazione assistita che con l?avvio concreto di una lunga e ferrata marcia di avvicinamento alle elezioni politiche. Proprio per questo mi auguro che tanti elettori preferiranno avere un deputato radicale in più a Strasburgo piuttosto che il ventesimo parlamentare triciclista o forzitaliota.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox