17 Gennaio 2022

Caos viadotto: «Niente manutenzione»

Un tir ribaltato, nel “solito punto” dove – da sempre – si registrano decine di incidenti. E le inevitabili ripercussioni sulla circolazione. Oltre a riproporre, come ormai accade a cadenza ritmica, il problema sicurezza di una delle arterie più importanti di Salerno. Il viadotto Gatto, adesso, finisce di nuovo nel mirino dopo il caos verificatosi nella notte fra venerdì e ieri: un autoarticolato fuori controllo, infatti, si è ribaltato al termine del viadotto, nell’area che precede la rotatoria d’ingresso al porto commerciale. Sul posto sono intervenute le forze dell’ordine e il personale di Strade Sicure che, pure ieri mattina, ha lavorato per rimettere in sesto il manto strade e rimuovere i detriti del mezzo che ha subito dei grossi danni. Il conducente del veicolo, per fortuna, è rimasto lievemente ferito.
Ma lo spettacolare incidente della scorsa notte è l’ennesimo registrato lungo una strada che, da tempo, presenta delle grosse criticità e che potrà essere “mandata in archivio” soltanto con l’apertura dei tunnel di Porta Ovest – i cui lavori sono ripresi a ritmo molto veloce nelle scorse settimane – in particolare sul fronte sicurezza. Una questione su cui, da tempo, è stata sollecitata l’amministrazione comunale. Ora un nuovo appello arriva dal presidente della Commissione Trasparenza, Antonio Cammarota: «È il terzo incidente in poche settimane e, ancora una volta, si è sfiorata una strage», spiega l’esponente de “La Nostra Libertà” che annuncia come, in settimana, la questione diventerà argomento di discussione nell’assemblea di consiglieri comunali da lui guidata: «Ritorneremo ad occuparci del viadotto Gatto per verificare le condizioni di sicurezza così come abbiamo fatto nel passato, allorquando proprio da un’indagine della Commissione Trasparenza emerse la necessità di provvedere alla manutenzione strutturale e straordinaria del viadotto che non era stata mai compiuta al momento della sua costruzione». E proprio la manutenzione del Viadotto è uno dei punti cardine che provocherebbe grossi rischi per gli automobilisti: «Nel 2018, a seguito delle indagini svolte dalla Commissione Trasparenza che furono anche acquisite in un fascicolo inviato alla Procura da parte del Codacons, fu accertato che non era stata mai disposta una verifica strutturale, che proprio per l’effetto di lavori istituzionali fu per la prima volta effettuata, cui seguirono ulteriori controlli sempre su sollecitazione della Commissione Trasparenza dopo il crollo del ponte Morandi a Genova – conclude Cammarota -. Il viadotto Gatto è un pericolo strutturale per la nostra città, oltre che un tappo per la viabilità rappresentata dalla mancanza di vie alternative».
©RIPRODUZIONE RISERVATA

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox