fbpx
22 Luglio 2019

Caos treni:consumatori,Trenitalia-Italo rimborsino biglietti

 

(ANSA) – ROMA, 22 LUG – Rimborso del biglietto ma anche risarcimenti. Lo chiedono le associazioni dei consumatori a Trenitalia e Italo a fronte dei forti ritardi a causa dell’incendio della cabina elettrica a Rovezzano. “Al di là delle cause dei problemi tecnici, è una vergogna che in pieno periodo estivo si registrino simili disservizi nel trasporto ferroviario. Rfi deve garantire la piena operatività della rete e adottare le misure necessarie per evitare atti dolosi che portino a blocchi come quello odierno”, afferma il presidente del Codacons Carlo Rienzi, ricordando che tutti i passeggeri che hanno subito oggi ritardi e cancellazioni “possono chiedere il giusto indennizzo a Trenitalia e Ntv, oltre al rimborso integrale del biglietto, utilizzando l’apposito modulo che sarà pubblicato a breve sul sito del Codacons”. “Al di là dell’origine dolosa o meno dell’incendio della cabina elettrica, il punto è che per questo non può, comunque, andare in tilt l’intero sistema ferroviario di un Paese, come invece sta accadendo”, afferma il presidente dell’Unione consumatori Massimiliano Dona, chiedendo che “Trenitalia ed Italo si assumano le loro responsabilità, rimborsando almeno i biglietti per tutti gli utenti coinvolti, ossia il 100% del prezzo pagato” e non solo il 50% previsto dai regolamenti europei per ritardi oltre le due ore: “Siamo di fronte ad una situazione straordinaria” e “gli utenti hanno diritto ad una risposta immediata e ad un rimborso altrettanto straordinario”. Federconsumatori, infine, ricorda i diritti degli utenti in situazioni di questo tipo: l’azienda è tenuta ad assicurare l’assistenza ai passeggeri durante l’attesa (incluso il pernottamento, in caso di partenza il giorno successivo) e a garantire ai viaggiatori un trasporto alternativo; il passeggero può scegliere se modificare il biglietto (viaggio in altra data), o se chiedere un rimborso (la compensazione economica è pari al 25% del costo del biglietto per ritardi compresi tra i 60 e i 119 minuti e del 50% per ritardi superiori ai 120 minuti). (ANSA).

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox