fbpx
22 Luglio 2019

Caos treni, ritardi fino a 4 ore sulla Milano-Roma-Napoli: «Ripercussioni per tutto il pomeriggio»

 

Treni nel caos dall’ alba di oggi in Italia, in particolare sulla linea Milano-Roma-Napoli : ritardi tra le 3 e le 4 ore per i convogli dopo la sospensione del traffico a causa di tre incendialle porte di Firenze : a fuoco una cabina elettrica e altri due ‘pozzetti’. Dalle 5.10 è stata prima sospesa e poi riattivata la circolazione tra Rovezzano e Firenze Campo Marte sulle linee Direttissima e convenzionale tra Roma e il capoluogo fiorentino, per accertamenti dell’ Autorità Giudiziaria: le ricadute sul traffico ferroviario sono state finora catastrofiche . Sarebbero tre i roghi innescati all’ alba nella zona della stazione di Rovezzano a Firenze. È quanto si apprende da fonti vicine agli inquirenti. Oltre alla cabina elettrica sarebbero stati colpiti anche altri due ‘pozzettì. A Milano turisti nel panico in stazione: lunghe code ai banchi di informazione Tra le ipotesi su cui lavorano gli inquirenti, c’ è anche la pista di un’ azione dimostrativa collegabile al processo in corso contro 28 persone a Firenze, la maggioranza delle quali collegabili all’ area anarchica : i giudici dovrebbero pronunciare la sentenza tra alcune ore. RFI sporgerà denuncia contro ignoti : l e squadre tecniche di Rete Ferroviaria Italiana – precisa una nota – sono al lavoro per ripristinare i cavi danneggiati e quindi la piena funzionalità dell’ infrastruttura. I ritardi, fa sapere RFI, si sono estesi a tutto il sistema alta velocità, con ripercussioni probabili per tutto il pomeriggio ». «I ritardi medi sono di 180 minuti su tutto il sistema Av» ed è «interessato dai ritardi anche il traffico regionale nei principali nodi metropolitani». RITARDI 3 ORE A ROMA, 4 ORE A MILANO Caos anche alla stazione Termini di Roma stamattina per i forti ritardi dovuti all’ incendio, dai primi accertamenti risultato doloso, nei pressi della stazione di Rovezzano sulla linea Roma – Firenze. Confusione, sconforto e rabbia tra i passeggeri in partenza dallo scalo romano. I ritardi, si apprende dalla polfer, hanno toccato le tre ore , ma ora pian piano la situazione starebbe migliorando. I treni dell’ alta velocità in partenza da Milano per il Sud segnano invece ritardi fino a 4 ore: è di 240 minuti il ritardo segnalato nel treno 9975 Italo da Milano a Roma Termini delle 8:15, mentre tre ore di ritardo il Frecciarossa 9509 per Napoli centrale delle 7:20. RABBIA A FIRENZE E NAPOLI È ‘caos’ alla stazione ferroviaria di Firenze , affollata di viaggiatori, dove i treni registrano ritardi dai 95 ai 175 minuti di ritardo. Molti i turisti ma tanti anche i pendolari in attesa. Affollate anche le biglietterie e la sala d’ attesa è piena. Molti sono i viaggiatori arrabbiati per i ritardi. Sul posto è presente anche la Protezione civile. Disagi si sono registrati anche alla stazione centrale di Napoli : il ritardo, in partenza, di alcuni treni dell’ Alta Velocità ha causato disagi soprattutto ai numerosi pendolari che quotidianamente, soprattutto nelle prime ore della giornata, di spostano da Napoli a Roma, per raggiungere i posti di lavoro. Presi d’ assalto i treni regionali (con tempi percorrenza superiori) che collegano Napoli con la capitale che però viaggiano lungo la linea Napoli-Roma, via Formia. FERROVIE: ATTO DOLOSO Ferrovie dello Stato , a voce di Stefano Biserni , parla di «atto doloso» .«Dai primi accertamenti, il principio d’ incendio agli impianti che gestiscono la circolazione dei treni è stato causato da un atto doloso ad opera di ignoti», dice Biserni.Si registrano pesantissimiritardi sia per i treni da nord – Milano e Bologna – che da sud – Napoli.«È in corso la riprogrammazione deltraffico ferroviario. Sul posto sono presenti le squadre tecniche di RFI e le Forze dell’ Ordine», si legge in una nota di RFI . In attesa dello sciopero del 24, un bell’ incendio doloso a Firenze spezza l’ Italia in due. Circolazione bloccata. Ritardi sopra le 2 ore. #trenitalia #italo #terzomondo pic.twitter.com/mn0AhJWP8u – sandro iacometti (@sandroiacometti) July 22, 2019 «In corso la riprogrammazione del servizio ferroviario con limitazioni e cancellazioni. Sul posto stanno operando le squadre tecniche di Rete Ferroviaria Italiana per il ripristino della piena funzionalità dell’ infrastruttura. I viaggiatori sono costantemente informati sia bordo treno sia nelle stazioni», si legge in una nota ufficiale di Trenitalia . INCENDIO DOLOSO È stato causato «da un atto doloso ad opera di ignoti» il principio di incendio agli impianti che gestiscono la circolazione dei treni, all’ origine del guasto e che ha portato alla sospensione della circolazione ferroviaria fra Roma e Firenze. Lo fa sapere Rfi, i cui tecnici sono presenti sul posto Il traffico ferroviario resta «ancora fortemente rallentato nel nodo di Firenze con ripercussioni per la circolazione sulle linee alta velocità e convenzionale». L’ incendio alla cabina elettrica dell’ Alta velocità nei pressi della stazione di Rovezzano , a Firenze, è scoppiato intorno alle 5.00. Sul posto si sono recati subito i vigili del fuoco e la polfer. Immediatamente è stata bloccata la circolazione dei treni, a quell’ ora ancora scarsa, ma appena i pompieri si sono resi conto che le fiamme potevano avere un’ origine dolosa, sono stati avvertiti gli uomini della digos e della polizia scientifica che hanno avviato tutti gli accertamenti del caso. CODACONS: IN PIENA ESTATE, UNA VERGOGNA «Al di là delle cause dei problemi tecnici, è una vergogna che in pieno periodo estivo si registrino simili disservizi nel trasporto ferroviario, che già mercoledì sarà colpito da un pesante sciopero con sospensione dei collegamenti in tutta Italia». È il commento di Carlo Rienzi , presidente del Codacons, ai rallentamenti dovuto al blocco, all’ alba, del nodo ferroviario di Firenze a causa di un principio di incendio a un impianto. «Rfi – dice ancora Rienzi – deve garantire la piena operatività della rete e adottare le misure necessarie per evitare atti dolosi che portino a blocchi come quello odierno » . « Intanto tutti i passeggeri che hanno subito oggi ritardi e cancellazioni dei treni possono chiedere il giusto indennizzo a Trenitalia e Ntv, oltre al rimborso integrale del biglietto, utilizzando l’ apposito modulo che sarà pubblicato a breve sul sito del Codacons». «Al di là delle ragioni materiali che hanno portato al blocco dei collegamenti, le società ferroviarie sono infatti sempre responsabili nei confronti dei propri clienti, e devono risarcire i viaggiatori per i disagi loro arrecati», conclude Rienzi. © RIPRODUZIONE RISERVATA.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox