fbpx
9 Novembre 2019

Caos sui seggiolini antiabbandono, dispositivi già terminati: in arrivo una moratoria delle multe

E’ caos sui nuovi dispositivi di allarme per i seggiolini in auto , i cosiddetti “seggiolini antiabbandono”. Dopo la pubblicazione del regolamento di attuazione sulla Gazzetta ufficiale, che ha previsto l’ entrata in vigore della legge lo scorso giovedì, i negozi sono stati presi d’ assalto da genitori e nonni a caccia serrata dei dispositivi, con continue chiamate e file interminabili in quasi tutti i punti vendita. Ma la risposta è ormai sempre la stessa: “I prodotti sono esauriti, l’ unico modo è prenotarli in negozio, ma ci vogliono almeno quindici giorni”. Ed ecco che scoppia il panico perchè le sanzioni, almeno a termini di legge, scattano subito, senza che si aspettino i tempi necessari per consentire a tutti di acquistare i dispositivi. Un caos, tra prodottiintrovabili, incertezza su requisiti e multe, prezzi in costante crescita, che ha portato il Codacons a decidere di pubblicare sul proprio sito un modulo per aiutare le famiglie a far valere i propri diritti . “La fretta con cui è entrato in vigore l’ obbligo del seggiolino”, afferma il presidente Carlo Rienzi, “ha di fatto trovato il mercato e i consumatori del tutto impreparati, al punto che in molte zone del paese tali prodotti sono assolutamente introvabili. La scarsità dell’ offerta, a fronte di una domanda crescente a causa dell’ obbligatorietà scattata lo scorso 7 novembre, sta portando ad un rapido aumento dei prezzi al dettaglio di tale prodotto, al punto che per un seggiolino si arriva a spendere più di 500 euro “. Tutto ciò, denuncia il Codacons, mentre regna l’ incertezza sui requisiti tecnici di tali dispositivi e sulle sanzioni per chi non si adegua, con il Governo che ha annunciato proroghe per le quali l’ iter burocratico richiederà settimane, se non mesi. Per tale motivo l’ organizzazione scende in campo in favore degli utenti che riceveranno nei prossimi giorni multe per non essersi dotati dei seggiolini anti-abbandono: nelle prossime ore l’ associazione pubblicherà sul proprio sito internet un modulo attraverso il quale i genitori iscritti al Codacons potranno contestare eventuali contravvenzioni ricevute , motivando l’ infrazione con l’ impossibilita’ di reperire il prodotto sul mercato, circostanza che rende nulla qualsiasi sanzione. Intanto ieri, il Dipartimento della pubblica sicurezza del Ministero dell’ Interno, tramite una nota, ha fatto sapere che, prendendo atto dell’ impossibilità per i cittadini di conformarsi alle misure previste, ovvero di poter installare un dispositivo irreperibile nella maggior parte dei casi, le sanzioni non possono essere effettuate . E’ in arrivo, quindi, una moratoria fino al 6 marzo per chi non installa nella propria auto ilmeccanismo antiabbandono sui seggiolini per i bambini fino a 4 anni. Il Pd, infatti, ha preparato un emendamento al decreto fiscale collegato alla Manovra chefa slittare di 4 mesi le sanzioni per chi non si adegua. © Riproduzione riservata.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox