6 Ottobre 2019

CAOS AMA, CODACONS: NON SOLO STRADE, ANCHE CIMITERI DI ROMA VERSANO IN CONDIZIONI DISASTRATE

     

    VERANO E CIMITERO FLAMINIO ABBANDONATI AL DEGRADO. DIFFIDA AD AMA E COMUNE DI ROMA A GARNTIRE DECORO E SICUREZZA UTENTI

    UN VIDEO REALIZZATO DAL CODACONS DOCUMENTA LO STATO PIETOSO DEI CIMITERI CAPITOLINI

    Non solo strade e marciapiedi. Ad essere coinvolti nel caos che interessa la municipalizzata Ama sono anche i cimiteri della capitale, nei quali l’azienda dovrebbe garantire pulizia e decoro ma che, documenta un video-inchiesta realizzato dal Codacons e pubblicato al link https://www.youtube.com/watch?v=vhIJnOnRFwY&feature=youtu.be , versano in uno stato di totale degrado.
    La gestione dei servizi cimiteriali di Roma Capitale lascia molto a desiderare – denuncia il l’associazione dei consumatori – Presso il Cimitero Verano i visitatori sono costretti ad imbattersi in rifiuti sparsi sul marciapiede antistante l’entrata, lapidi distrutte, ponteggi abbandonati, transenne, piante abbattute, vasi rovesciati, residui di materiale edile (calcinacci, mattoni) dimenticati.
    Analogamente sul versante del Cimitero Flaminio abbiamo documentato vialetti difficilmente percorribili perché dissestati da voragini e buche, scalinate coperte di erba e rifiuti di ogni tipo, escrementi di piccioni e loculi danneggiati nelle cappelle, cavi elettrici lasciati scoperti, alberi crollati da tempo o tagliati e poi dimenticati, recinzioni crollate, ferri ossidati in vista, intonaci distaccati in più punti e infiltrazioni d’acqua diffuse nelle palazzine O, P e Q.
    I servizi cimiteriali di Roma Capitale siano affidati ad Ama S.p.a., in forza del contratto di servizio per le annualità 2018-2023 approvato con delibera della Giunta Capitolina del 30/05/2018. Ai sensi dell’art. 6, co. 2, lett. n) del succitato Contratto, Ama s.p.a. è tenuta a “garantire il decoro, e la pulizia con adeguati livelli di igiene e salubrità dei luoghi, attraverso la manutenzione delle aree verdi, delle alberature, della rete viaria, degli impianti ubicati all’interno di tutti gli undici Cimiteri Capitolini, anche attraverso il ricorso a procedure di gara pubblica nel rispetto della normativa vigente in materia di appalti pubblici”.
    “Dopo le strade di Roma invase dai rifiuti, ora anche i cimiteri capitolini versano in uno stato di totale abbandono che genera degrado e realizza un pericolo per la pubblica incolumità, dimostrando possibili omissioni sul fronte del controllo e della vigilanza – denuncia il presidente Carlo Rienzi – Per tale motivo abbiamo diffidato formalmente Roma Capitale e Ama S.p.a. a provvedere immediatamente a porre rimedio alla situazione di degrado che attanaglia i due cimiteri, adottando ogni atto opportuno a tutelare la sicurezza e l’incolumità della collettività. In assenza di riscontro, saremo costretti a denunciare l’azienda e l’amministrazione per i danni prodotti ai cittadini”.

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox