16 Ottobre 2015

Canone Rai, multa da 500 euro per chi evade. La misura nella legge di stabilità

Canone Rai, multa da 500 euro per chi evade. La misura nella legge di stabilità

Roma, 16 ottobre 2015 – Pugno duro del governo sul Canone Rai: multa di 500 euro per chi evade. È quanto si legge in una delle ultime bozze alla Legge di Stabilità. L’articolo 12 prevede che “la sanzione amministrativa è pari a cinque volte” l’importo del canone di abbonamento che per il 2016 è fissato in 100 euro.
Intanto, contro l’inserimento del canone Rai in bolletta, il Codacons annuncia la presentazione di un ricorso finalizzato ad invalidare il provvedimento. “Impugneremo la decisione del Governo di far pagare il canone Rai con la bolletta elettrica e solleveremo questione di costituzionalità – afferma il presidente Carlo Rienzi -. Si tratta infatti di una misura illegittima che contrasta palesemente con la natura giuridica dell’imposta la quale, in base al Regio decreto legge 21 febbraio 1938, n. 246, si applica solo a chi possiede un apparecchio adibito alla ricezione di radioaudizioni televisive e non ha nulla a che vedere con le bollette”. Ma dalla Legge di Stabilità emergono altre preoccupanti criticità che potrebbero danneggiare i cittadini – spiega il Codacons -. Il taglio di Imu e Tasi e le conseguenti minori risorse che entreranno nelle casse dei Comuni, se non saranno compensate da finanziamenti provenienti dallo Stato centrale, potrebbero portare le amministrazioni comunali ad aumentare la tassazione locale, con danni enormi per i contribuenti. Il Codacons promuove invece l’innalzamento della soglia per i pagamenti in contanti da 1000 a 3000 euro, decisione che semplificherà la vita a cittadini e imprese senza tuttavia avere conseguenze sul fronte dell’evasione. RIPRODUZIONE RISERVATA

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this