4 Agosto 2017

«Cannibalizzati da Internet, resiste solo chi si specializza»

MILANO LA FIGURA romantica del consulente matrimoniale, che incrocia i profili di persone in cerca dell’ anima gemella, rischia di sparire. A mandarlo in pensione potrebbe essere Internet che, con la diffusione dei siti di incontri, ha innescato «una guerra all’ ultimo centesimo». Oggi le agenzie matrimoniali con una sede fisica in Lombardia sono una cinquantina. Fino a qualche anno fa erano il doppio. «Abbiamo registrato una flessione del 50%, con un impatto negativo dovuto a Internet», spiega Umberto Zanardi, presidente dell’ associazione di categoria Agenzie consulenti matrimoniali associati (Acma), nata 21 anni fa a Brescia. «Il web ha cannibalizzato il settore – prosegue – anche perché multinazionali degli incontri con sede all’ estero possono godere di una pressione fiscale minima, basse spese di gestione e assenza di controlli. Tra le agenzie matrimoniali resiste chi si specializza». Per vincere la crisi alcune agenzie hanno ampliato il raggio d’ azione, lanciandosi nell’ organizzazione di eventi. «In questo settore il mondo del web è pieno di trappole – aggiunge l’ avvocato Marco Maria Donzelli, presidente del Codacons Lombardia – è difficile accertare eventuali responsabilità e vincere le cause. In alcuni casi gli utenti hanno dovuto chiudere la carta di credito. Era l’ unica soluzione».A.G.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox