fbpx
21 Aprile 2019

Candidature, M5S nel mirino del Codacons

«Una storia incredibile pubblicata da alcune testate online della Campania e che finisce sul tavolo del procuratore della Repubblica di Napoli con richiesta di sospendere le elezioni europee e sequestrare la lista presentata per la circoscrizione sud dal Movimento 5 Stelle». Lo racconta il Codacons, facendo riferimento alla vicenda toccata ad Aniello Nazaria, ingegnere, militante dei 5 Stelle, nonché consulente volontario dei cittadini in delicati processi per dissesto idrogeologico e nell’ inchiesta per il crollo del ponte Morandi, da anni «ritenuto idoneo» dal M5S, così come nel corso delle elezioni politiche, ed arrivato, alle ultime europarlamentarie, «primo candidato maschio in Campania e terzo nella circoscrizione Italia Meridionale», ma «sarebbe stato liquidato con una email nella quale il M5S lo informa che il capo politico del Movimento ha ritenuto la sua candidatura non idonea, escludendolo dalle liste il giorno prima della loro presentazione». Secondo quanto riferisce il Codacons, «tutto ciò, stando a quanto riportato da alcune testate online, sarebbe avvenuto per favorire un ex compagno di scuola del vicepremier Luigi Di Maio». Ma già la consigliera regionale Valeria Ciarambino è intervenuta per smentire le accuse. Il Codacons ha deciso comunque di chiedere con un esposto alla procura e nell’ interesse degli iscritti al Movimento di fare chiarezza sulla vicenda, aprendo una indagine penale per le possibili fattispecie di truffa aggravata ai danni di chi, alle euro parlamentarie, aveva votato Aniello Nazaria, e per turbativa di competizione elettorale, chiedendo anche di valutare il sequestro delle liste presentate nella circoscrizione Sud».
a. a.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox