fbpx
3 Novembre 2009

CAMPANIA: GLI ISPETTORATI DEL LAVORO INDAGANO SULLE UNIVERSITA’ DOPO LE DENUNCE DEL CODACONS

E INTANTO SONO GIÀ DECINE IN REGIONE I NON MEDICI LAUREATI CHE CHIEDONO CON IL CODACONS IL GIUSTO COMPENSO SI PUO’ ADERIRE ALL’AZIONE LEGALE FINO AL 30 NOVEMBRE

Gli ispettorati provinciali del lavoro della CAMPANIA indagano sulle scuole di specializzazione di area sanitaria a seguito degli esposti promossi dal Codacons a tutela degli specializzandi non medici che, pur essendo assoggettati agli stessi obblighi ed impegni dei medici specializzandi, a differenza di questi ultimi, non percepiscono alcuna remunerazione, e non hanno alcuna copertura previdenziale.

E intanto sono già decine in regione i non medici laureati in Biologia, in Biotecnologie mediche, veterinarie e farmaceutiche, in Farmacia e Farmacia industriale, in Chimica, odontoiatria, fisica, psicologia e i laureati quadriennali del vecchio ordinamento nelle lauree di Scienze biologiche, Farmacia, Chimica, Chimica e tecnologia farmaceutica, Medicina veterinaria. Scienza della Nutrizione Umana, Scienze e Tecnologie Agrarie, Scienze e Tecnologie Agro Alimentari, Scienze e Tecnologie Agrozootecniche, Medicina Veterinaria, Veterinaria, Agraria , che chiedono con il Codacons il giusto compenso per le attività svolte all’interno delle rispettive scuole di specializzazione.

E a breve partirà anche l’azione in favore degli specializzandi non medici iscrittisi alle scuole di specializzazione, prima dell’a.a. 2008/2009.

Il Codacons ricorda agli specializzandi non medici della CAMPANIA che c’è tempo fino al 30 novembre 2009 per aderire all’azione legale, inviando una mail a:
specializzandinonmedici@codacons.it
e seguendo le istruzioni che si riceveranno in automatico.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox