27 Marzo 2011

Campagna elettorale, decollo al mercato

Campagna elettorale, decollo al mercato
 

Piazza Cavour si è trasformata ieri mattina nel mercato dei "santini". Ambulanti atipici quelli che hanno affollato il cuore della città, collocati con i loro gazebo a cerchio non per vendere prodotti, ma per acquistare consensi. Dalla Lega al Pdl, passando per Idv, lista Bolzonello, Fli e Pd, c’ erano tutti ieri mattina approfittando della giornata di mercato. All’ ombra del dirigibile rosso sponsorizzato da Giuseppe Pedicini, il candidato di Pdl-Lega che, arrivato per ultimo e non trovando più spazi nei manifesti, ha deciso di passare dalla terra all’ aria, era un tripudio di volantini e di moduli per la raccolta firme in vista del deposito delle liste in programma il 15 e 16 aprile. Che sia partita la campagna elettorale era chiaro, in maniera così "colorata" non è sfuggito ad alcuno. Anche perché la competizione, come nel 2001, sarà una questione probabilmente di sette candidati. Alle discese in campo già ufficializzate, ovvero Gianni Zanolin (lista Il Ponte), Giovanni Del Ben (Idv, Sel e Del Ben per Pordenone), Claudio Pedrotti (Pd, Vivo Pordenone e lista Bolzonello) e Alberto Rossi (Api), si è aggiunto l’ altro giorno Giuseppe Pedicini (Pdl, Lega, Nuova Pordenone, la Destra e Pensionati), mentre sono ai nastri di partenza Vitto Claut (Berlusconi…no grazie) e il rappresentante dell’ Udc (potrebbe essere il vice presidente della Regione, Maurizio Salvador). Un affollamento che dovrebbe comportare un primo risultato, ovvero il ricorso al turno di ballottaggio dato che, numeri elettorali precedenti alla mano, nessuno dovrebbe riuscire a conquistare la maggioranza assoluta. Pedicini, che fino all’ ultimo spera di recuperare l’ Udc («Spero che si trovi il modo per ricucire») si dichiara «non il rappresentante della discontinuità rispetto all’ era Bolzonello, alla quale abbiamo contribuito con un’ opposizione costruttiva», quanto «il portacolori di un nuovo modo di fare amministrazione, che faccia diventare Pordenone capoluogo di provincia recuperando i rapporti con il conurbamento». Da parte sua non teme il fuoco amico: «C’ è stata una assoluta e insperata compattezza sulla mia candidatura, semmai è il centro-sinistra a essere diviso». Pedicini non lascerà l’ assessorato provinciale al Bilancio prima del voto: «Devo portare a termine il conto consuntivo e il bilancio sociale, ma non mischierò le due cose». Fedele all’ appuntamento con il mercato ieri mattina anche Claudio Pedrotti, che ha un calendario ritmato dalla presenza del sindaco, Sergio Bolzonello, mentre i sostenitori del Ponte sostituivano Gianni Zanolin che, nel giro di qualche giorno, assicura, tornerà alla politica attiva, dopo la pericardite che l’ ha portato in ospedale. Dalla prossima settimana raffica di appuntamenti tematici per l’ ex direttore generale del Cro di Aviano, Giovanni Del Ben, che sta preparando anche la lista civica a supporto della sua candidatura. Martedì alle 18, nella sede del Codacons di via Roma 15, nuovo appuntamento per gli aderenti al Partito per la caduta di Berlusconi. «Abbiamo già avuto molte adesioni – afferma Vitto Claut – ora la sfida è quella di fare la lista e di raccogliere un numero sufficiente di firme. Ce la stiamo mettendo tutta, nonostante siamo all’ esordio e non è facile, per questo faccio appello a tutti coloro che sono d’ accordo con i nostri propositi». ©RIPRODUZIONE RISERVATA.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox