fbpx
21 Maggio 2013

CAMERE E LOBBY: DOPO SERVIZIO IENE CODACONS DEPOSITA ESPOSTO IN PROCURA

     

    CAMERE E LOBBY: DOPO SERVIZIO IENE CODACONS DEPOSITA ESPOSTO IN PROCURA  

    CHIESTO DI INDAGARE PER CORRUZIONE E ABUSO D’UFFICIO

     

    Dopo il servizio de Le Iene relativo ai parlamentari iscritti nel libro paga delle multinazionali del tabacco e dei giochi, il Codacons presenta un esposto alla Procura della Repubblica di Roma, chiedendo di acquisire il filmato in questione e aprire una indagine urgente.
    In particolare l’associazione ha chiesto ai magistrati di “accertare e verificare se nei fatti esposti  possano celarsi, a carico di tutti coloro che risulteranno responsabili, soggetti pubblici e/o privati, fattispecie penalmente rilevanti ivi compreso il reato di corruzione, voto di scambio, falso in bilancio, riciclaggi, reato di abuso di ufficio ex art. 323 c.p., in merito alle note vicende di cronaca relative presunti traffici illeciti che circolano tra Palazzo Madama e Montecitorio”.
    “Vogliamo sapere inoltre chi sono i parlamentari che, in cambio di soldi, approvano leggi che danneggiano i cittadini e mettono a repentaglio la salute umana, favorendo la lobby del tabacco e quella del gioco d’azzardo – afferma il Presidente Codacons, Carlo Rienzi – Una volta resi noti i responsabili di tale comportamento aberrante, i cittadini potrebbero addirittura rivalersi sui singoli parlamentari, citandoli in giudizio per danni”.

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox