28 Giugno 2005

CALDO: MILANO; AFA SENZA TREGUA MA NIENTE BOOM RICOVERI

CALDO: MILANO; AFA SENZA TREGUA MA NIENTE BOOM RICOVERI




36 GRADI OGGI, MA ATTIVITA` NORMALE DI 118 E PRONTO SOCCORSO









(ANSA) – MILANO, 27 GIU – Temperature ancora in salita a

Milano, oggi registrati 36 gradi, ma situazione sotto controllo

negli ospedali: nei servizi di pronto soccorso della città,

infatti, non c`é stato il boom di ricoveri che la temperatura

torrida faceva temere. E anche il 118 ha fatto registrare un

numero di chiamate nella media, sebbene “siano in leggero

aumento quelle per malori riconducibili al caldo“.

Il picco di temperatura, i termometri del`Osservatorio

meteorologico Duomo lo hanno registrato alle 16.45, con 36 gradi

all`ombra. L`umidità, invece, durante la mattinata e il primo

pomeriggio si è mantenuta su valori non troppo elevati,

oscillando tra il 30 e il 40%. “Bisogna tenere presente però –

fanno sapere dall`Osservatorio – che il tasso di umidità

viaggia su valori inversi rispetto alla temperatura, a causa

dell` irraggiamento solare“. Ciò significa che “il vero

momento di disagio termico, quando la temperatura sarà più

bassa ma l`umidità sarà nettamente più alta, si avvertirà in

serata“.

Nei principali ospedali della città, intanto, la situazione

rimane sostanzialmente sotto controllo: al pronto soccorso di S.

Raffaele, Ospedale Maggiore, Fatebenefratelli e S. Carlo vi sono

stati alcuni interventi per malori dovuti a disidratazione o

ipertermia, ma l`affluenza per patologie direttamente legate al

caldo non ha fatto registrare un crescendo significativo. Al S.

Carlo, però, una vittima il caldo l`ha fatta: dalle 12 alle 19

di ieri, a causa dei un surriscaldamento, sono andati fuori uso

i server che gestiscono la rete informatica dell`ospedale.

E se dagli ospedali assicurano che la situazione non è in

emergenza e che il caldo non ha mandato in crisi la

disponibilità di posti letto, dal Codacons si giudica

“insufficiente“ il piano anticaldo messo a punto dalla

Protezione Civile e dal Ministero della Salute.

Critiche all`Atm sono giunte invece dal Movimento Consumatori

all`Atm riguardo alla frequenza del mezzi pubblici: secondo il

Movimento, dall`entrata in vigore dell`orario estivo i tempi di

attesa “sarebbero spesso raddoppiati“.

Per permettere ai tanti anziani della città di trovare un

po` di refrigerio, trovando scampo all`afa ma anche alla

solitudine, i centri ricreativi del Comune hanno organizzato per

domani un pomeriggio di svago nelle sale dell`Hotel Mariott di

Viale Washington 66: mille le persone attese a partire dalle 16.

E dai consiglieri regionali dei Verdi arriva intanto un

appello alla Regione: “Rinverdiamo le città e abbassiamo i

condizionatori“. “Sono urgenti gli interventi per diminuire la

temperatura nella città – sostengono i Verdi – Ciò è

possibile attraverso un piano per rinverdire i tetti dei grandi

edifici“.

A destare preoccupazione è però ancora l`emergenza idrica.

L` assessore all`Ambiente della Provincia di Milano, Bruna

Brembilla, ha chiesto alla Regione di poter allargare anche alle

Province il gruppo di lavoro che si sta occupando dell`emergenza

acqua: “La situazione nella quale ci troviamo – ha detto –

richiede l`unione di tutte le forze per attuare strategie comuni

e di prevenzione“.

Ma la situazione è critica anche per i fiumi: a Borgoforte

(Mantova), il basso livello del Po ha fatto rinviare le gare del

Campionato italiano di motonautica circuito, che erano in

programma per il 2 e 3 luglio.

(ANSA).

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox