11 Febbraio 2015

CALCIOSCOMMESSE: IL CODACONS LANCIA AZIONE PER RISARCIRE TIFOSI E SCOMMETTITORI DANNEGGIATI

    CALCIOSCOMMESSE: IL CODACONS LANCIA
    AZIONE PER
    RISARCIRE TIFOSI E SCOMMETTITORI DANNEGGIATI

    AGISCI CON IL CODACONS PER RICHIEDERE IL
    RISARCIMENTO DEI DANNI SUBITI A CAUSA DELLE PARTITE TRUCCATE!! 

    La Procura di Cremona ha concluso
    l’inchiesta sullo scandalo del calcioscommesse, notificando a 130 persone tra
    calciatori e dirigenti l’avviso di chiusura indagini, atto che apre ora le
    porte al possibile processo che dovrebbe partire in autunno. Tra i nomi noti
    nell’inchiesta spiccano il ct della Nazionale Antonio Conte, per fatti di
    quando era allenatore del Siena, il laziale Stefano Mauri, l’ex bandiera
    dell’Atalanta Cristiano Doni e l’ex bomber della Nazionale, Beppe Signori.

    Con la chiusura
    delle indagini si apre però un altro fronte, quello dei risarcimenti in favore
    dei soggetti danneggiati dagli illeciti commessi nell’ambito delle partite
    truccate. E’ evidente infatti come tutti i tifosi, gli scommettitori, coloro
    che hanno acquistato biglietti e abbonamenti stadio per seguire la proprio squadra
    o che hanno acquistato la visione di partite tramite pay-tv (ad es. sky,
    mediaset premium etc.) sono le principali parti lese dell’intera vicenda,
    poiché la prassi di pilotare gli incontri di calcio ha prodotto una alterazione
    del risultato delle partite con conseguenze sul fronte delle scommesse, una
    falsificazione nel gioco e una lesione della buona fede e dei diritti propri
    dei tifosi, che per seguire la proprio squadra del cuore investono in termini
    di tempo, energie e, soprattutto, denaro.

    Pertanto al fine di tutelare i diritti di tutti i “consumatori sportivi”, la nostra Associazione offre la
    possibilità di costituirsi parte offesa nel procedimento penale davanti alla Procura di Cremona,
    passaggio necessario per costituirsi parte civile nel processo per richiedere
    il risarcimento dei danni morali subiti oltre al rimborso delle giocate, dei biglietti
    per lo stadio, degli abbonamenti alle pay-tv, dei costi delle trasferte, ecc.

    Al momento le squadre (serie A e serie
    B) interessate dalle indagini della Procura della Repubblica di Cremona sono: Catania,
    Chievo, Napoli, Sampdoria, Brescia, Bari,

    Invece le partite oggetto di indagine
    sono, salvo altre, le seguenti.

    Partite incriminate di serie A del campionato 2010-2011

    Catania-Chievo 1-1 (11/1/2011)

    Napoli-Sampdoria 4-0 (30/1/2011)

    Brescia-Chievo 0-3 (30/1/2011)

    Brescia-Bari 2-0 (6/2/2011)

    Genoa-Roma 4-3 (26/2/2011)

    Brescia-Lecce 2-2 (27/2/2011)

    Fiorentina-Roma 2-2 (20/3/2011)

    Genoa-Lecce 4-2 (20/3/2011)

    Bari-Chievo 1-2 (20/3/2011)

    Brescia-Bologna 3-1 (2/4/2011)


    Parma-Bari 1-2 (3/4/2011)

    Chievo-Sampdoria 0-0 (3/4/2011)

    Bologna-Napoli 0-2 (10/4/2011)

    Chievo-Bologna 2-0 (17/4/2011)

    Lecce-Cagliari 3-3 (17/4/2011)

    Catania-Cagliari 2-0 (1/5/2011)

    Lazio-Genoa 4-2 (14/5/2011)

    Chievo-Udinese 0-2 (15/5/2011)

    Catania-Roma 2-1 (15/5/2011)

    Genoa-Cesena 3-2 (22/5/2011)

    Lecce-Lazio 2-4 (22/5/2011)

    Bologna-Bari 0-4 (22/5/2011)

    Partite incriminate di serie B del campionato 2009/2010:

    Cittadella-Mantova del 24 aprile 2010 (6-0)

    Ancona-Grosseto del 30 aprile 2010 (1-1)

    Brescia-Mantova del 2 aprile 2010

    Grosseto-Reggina del 23 maggio 2010 (2-2)

    Empoli-Grosseto del 30 maggio 2010 (2-2)

    Padova-Mantova dell’11 ottobre 2009 (3-0)

    Grosseto-Mantova del 13 maggio 2010 (1-1)

    Salernitana-Mantova dell’1 maggio 2010 (1-3)

    Partite incriminate di serie B del campionato 2010/2011:

    Atalanta – Piacenza 19 marzo 2011 (3-0)

    Ascoli – Atalanta 12 marzo 2011 (1-1)

    Padova – Atalanta 26 marzo 2011 (1-1)

    Siena-Piacenza del 19 febbraio 2011 (2-3)

    Piacenza-Pescara del 9 aprile 2011 (0-2)

    Novara-Ascoli del 2 aprile 2011 (2-0)

    Ascoli-Sassuolo del 9 aprile 2011 (0-0)

    Siena-Sassuolo del 27 marzo 2011 (4-0)

    Partite incriminate di LegaPro del campionato 2010/2011:

    Taranto-Benevento del 13 marzo 2011 (3-1)

    Benevento-Pisa del 21 marzo 2011 (1-0)

    Partita incriminata di Coppa Italia 2011/2012:

    Cesena-Gubbio del 30 novembre 2011 (3-0)

    QUINDI SE ANCHE TU SEI UN TIFOSO O
    SCOMMETTITORE DI UNA DI QUESTE SQUADRE:

    Catania,
    Chievo, Napoli, Sampdoria, Brescia, Bari, Genoa, Roma, Brescia, Lecce, Fiorentina,
    Bologna, Parma, Cagliari, Lazio, Udinese, Cesena, Cittadella, Mantova, Ancona,
    Grosseto, Reggina, Empoli, Pavoda, Salernitana, Atalanta, Piacenza, Ascoli,
    Siena, Novara, Sassuolo, Taranto, Benevento, Pisa, Cesena e Gubbio

    PUOI AGIRE CON IL CODACONS COME PERSONA
    OFFESA NEL PROCEDIMENTO PENALE DAVANTI ALLA PROCURA DELLA REPUBBLICA DI CREMONA

     

    Per agire devi iscriverti e puoi scegliere tra
    due opzioni:

    1. ti puoi
      iscrivere gratuitamente
      (la tua quota di un euro verrà anticipata da
      Termilcons per poi essere rimborsata se e quando otterrai il risarcimento), quale socio per 1 anno, a partire dalla data della
      sottoscrizione dell’adesione, al Codacons, associazione iscritta nel registro
      delle Persone giuridiche ai sensi del D.P.R. 316/2000 al numero 73/2001,
      iscritta nel registro regionale delle organizzazioni del volontariato con
      provvedimento n. 14101 del 25.09.1996;
    2. oppure se
      vuoi fare un atto di solidarietà umana verso chi soffre puoi iscriverti
      versando con un sms solo €. 2,03 che comprende la quota di iscrizione di 1,00 €
      come sostenitore e un contributo ALL’ASSOCIAZIONE MARY POPPINS (onlus che
      presta assistenza ai bambini ammalati di cancro e ricoverati nel reparto di
      Oncologia Pediatrica del Policlinico Umberto I di Roma).

    Aderendo all’azione,
    OPTANDO PER UNA DELLE DUE SOLUZIONI SOPRA INDICATE, dunque, avrai diritto a:

    • Iscrizione al Codacons, la più importante
      associazione di difesa dei diritti dei cittadini;
    • L’invio sulla tua email:
      1. DELL’ATTO DI NOMINA QUALE PERSONA OFFESA NEL PROCEDIMENTO PENALE
        che potrai poi inviare tramite raccomandata a/r alla Procura della Repubblica
        di Cremona allegando copia del tuo documento d’identità;

      2. le istruzioni per procedere alla nomina quale persona offesa nel
        procedimento penale.


    – CLICCA QUI per partecipare all’azione gratuitamente

    – CLICCA QUI per partecipare all’azione con donazione

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox