21 Giugno 2007

Calciopoli, via al processo Gea

Calciopoli, via al processo Gea
L`accusa è di associazione a delinquere



Ha preso il via nella mattinata di mercoledì a Roma il primo processo di Calciopoli, quello per i presunti illeciti legati all`attività della Gea, società che gestiva le procure di calciatori. Sotto processo, per associazione a delinquere finalizzata all`illecita concorrenza tramite minacce e violenza privata ci sono l`ex dg della Juve Luciano Moggi, il figlio Alessandro e Davide Lippi, procuratore sportivo e figlio dell`ex ct.


Il processo Gea ha preso il via a Roma, davanti alla decima sezione penale del Tribunale presieduto da Luigi Fiasconaro, anche se tutti gli imputati maggiori erano assenti. L`inchiesta giudiziaria ha riguardato la regolarità delle procedure attraverso le quali la Gea ottenne le procure dei calciatori. Sotto accusa i metodi e le presunte pressioni esercitate su atleti e società di calcio. Il Coni, la Federazione italiana Gioco Calcio, il ministero dei Beni culturali, l`ex allenatore e giocatore della Lazio, Arcadio Spinozzi, il Codacons e gli agenti dei calciatori Claudio Orlandi e Stefano Antonelli si sono costituiti parte civile. Anche l`ex presidente del Perugia Luciano Gaucci ne aveva avanzato richiesta, ma il pm l`ha respinta.

I Moggi e gli altri sono imputati a vario titolo nell`inchiesta sulla Gea. Tutti, tranne Davide Lippi, hanno saltato l`udienza preliminare e fatto ricorso al giudizio immediato. La Gea è accusata di aver condizionato la gestione dei calciatori e di varie squadre del campionato di calcio. Alcuni calciatori sarebbero stati costretti a lasciare i vecchi procuratori per passare alla Gea, tra questi David Trezeguet, Nicola Amoruso, Ruslan Nigmatullin, Ilyas Zeytulaev, Victor Budyanskiy, Davide Baiocco, Fabio Gatti, Giovanni Tedesco, Manuele Blasi, Giorgio Chiellini, Corrado Grabbi, Salvatore Fresi.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox