30 Agosto 2006

Calciopoli: possibile disdire gli abbonamenti alla squadre coinvolte

I tifosi delle squadre condannate dalla giustizia sportiva che hanno sottoscritto l`abbonamento prima dei verdetti potranno disdire le proprie tessere. A sostenerlo è il Codacons, che è pronto ad offrire assistenza gratuita ai tifosi che vogliano annullare la propria sottoscrizione. Il ragionamento dell`associazione dei consumatori è chiaro: chi ha sottoscritto l`abbonamento prima delle sentenze (cioè i tifosi che hanno esercitato il diritto di prelazione) “sarà costretto a vedere un campionato diverso rispetto a quello che aveva pronsticato al momento dell`acquisto dell`abbonamento“. Il Codacons fa l`esempio del Milan, i cui tifosi dovevano esercitare il diritto di prelazione dal 14 al 28 giugno. Dal 4 luglio scattava poi la vendita libera. La giustizia sportiva ha in seguito condannato la società rossonera a 8 punti di penalizzazione nel prossimo campionato. “E` evidente – prosegue la nota dei consumatori – che per il Milan sarà molto meno probabile correre per la vittoria dello scudetto, considerati i punti di penalizzazione. Il rischio, quindi, per il tifoso milanista sarà quello di vedere una stagione molto meno avvincente rispetto a quello che si aspettava. Ecco perché è legittimato a disdire l`abbonamento“. Lo stesso ragionamento vale per i sostenitori di Juventus, Lazio e Fiorentina, che potranno risolvere il contratto e a cui il Codacons offre assistenza gratuita.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox