28 Maggio 2004

CALCIO, CAPELLO ALLA JUVE: VINCE SEMPRE LA LEGGE DEL DENARO

    CALCIO, CAPELLO ALLA JUVE: PER CODACONS E ASSOCIAZIONE UTENTI SPORTIVI VINCE SEMPRE LA LEGGE DEL DENARO SQUADRE DEL SUD SVANTAGGIATE DALLO STRAPOTERE ECONOMICO DEI CLUB DEL NORD

    E ADESSO CHE NE SARA? DEGLI AZIONISTI DELLA ROMA?








    ?Il passaggio di Capello alla Juve è la dimostrazione che la legge del denaro vince sempre?. Così Carlo Rienzi commenta per conto del Codacons e dell?Associazione utenti sportivi la notizia dell?addio di Capello alla Roma.

    Nel mondo del calcio si è creata purtroppo una situazione di estremo squilibrio ? prosegue Rienzi ? con i club del sud pesantemente danneggiati dallo strapotere economico delle squadre del nord. Queste ultime, grazie proprio al potere economico di cui dispongono, possono accaparrarsi i migliori giocatori e allenatori, creando un divario incolmabile.
    Per il Codacons l?unica soluzione a tale scenario è l?imposizione di limiti ai cachet di tecnici e giocatori, in modo da equiparare le possibilità di acquisto per tutte le società di calcio, ed evitare comportamenti come quello di Capello.

    Ma c?è un?altra questione su cui Codacons e associazione utenti sportivi si soffermano: che ne sarà adesso dei piccoli azionisti della Roma, dopo la decisione di Capello di lasciare la squadra e le inevitabili ricadute del titolo in Borsa? Tale situazione è la dimostrazione ? conclude Rienzi ? che le società di calcio non devono essere quotate in Borsa, per evitare perdite agli investitori attribuibili a scelte di questo o quel soggetto.

    Nel caso della Roma il Codacons consiglia agli azionisti di confluire in un comitato e agire per il risarcimento delle perdite nei confronti dei responsabili del calo dei titoli azionari.

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox