19 Settembre 2020

CALCIO: BONACCINI RIAPRE LE PORTE DEGLI STADI, MA CODACONS ATTACCA

     

    DECISIONE GRAVISSIMA CHE ESPONE COLLETTIVITA’ A ENORMI RISCHI. INTERVENGANO PREFETTI PER GARANTIRE SICUREZZA E SALUTE PUBBLICA

    Durissimo il Codacons contro il presidente della Regione Emilia Romagna, Stefano Bonaccini, che ha deciso di riaprire le porte degli stadi consentendo l’ingresso del pubblico alle partite Parma-Napoli e Sassuolo-Cagliari e autorizzando 13.147 spettatori ad assistere al Gp di Imola di F1 del 1° novembre.
    “Si tratta di una decisione gravissima che esporrà la collettività ad inutili ed evitabili rischi – afferma il presidente Carlo Rienzi – Mentre in tutta Italia salgono pericolosamente i contagi, il presidente della regione ha pensato bene di aprire le porte degli stadi e consentire assembramenti di tifosi, così da creare altre potenziali situazioni di contagio. Una scelta folle contro la quale chiediamo oggi l’intervento dei Prefetti di Parma e Reggio Emilia, affinché blocchino le ordinanze di Bonaccini”.
    In particolare il Codacons chiede alle Prefetture di sospendere le ordinanze della Regione che consentono l’ingresso dei tifosi, seppur in numero limitato, agli stadi di Parma e Reggio Emilia, per motivi di ordine pubblico e sicurezza e per garantire la salute pubblica messa seriamente a rischio da decisioni che vanno nella direzione opposta alle misure anti-Covid varate dallo Stato.

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox