11 Febbraio 2008

Calcetto e tennis, quanto ci costate

Non sono soltanto benzina e alimentari a svuotare le tasche
Calcetto e tennis, quanto ci costate

Non solo benzina e alimentari. A minare le tasche degli italiani c`è anche il “caro-calcetto“. Prendere in affitto un campo per una sgambata con gli amici, ma anche affittare un campo da tennis viene ora a costare fino al 93% in più rispetto a sette anni fa. A rilevarlo è il Codacons, che ha svolto una piccola indagine a Roma e Milano. “Non aumentano solo i prezzi dei carburanti, degli alimentari, degli affitti, e le tariffe energetiche afferma l`associazione dei consumatori aumentano anche i costi dei divertimenti, in particolare dei due sport maggiormente praticati dagli italiani: calcetto e tennis“. Per un campo di calcetto diurno si pagano 50 euro sia a Roma che a Milano, con un aumento del 93,7% rispetto a sette anni prima. Sale a 60 euro a Roma e a 64 euro a Milano invece l`affitto di un campo sotto i riflettori. Ma in questo caso l`incremento è meno alto. Va dal 45% in più rispetto al 2001 registrato a Roma al 59,4% in più di Milano. Non va meglio per chi ama il tennis. L`affitto di un campo in erba sintetica costa 15 euro a Roma e 16 a Milano con un aggravio in 7 anni dell`82,9% e del 55,3%. “Come in molti altri settori spiega il presidente Codacons, Carlo Rienzi in diversi casi le tariffe sono state praticamente raddoppiate. Ciò, unito all`aumento del costo della vita, ha determinato una netta diminuzione del numero di cittadini che possono permettersi con regolarità qualche ora di sport“.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox