2 Aprile 2019

Calano i premi Rc Auto. Ma non per i neopatentati

In calo ma non per tutti le tariffe assicurative Rc auto. Il premio medio pagato per i contratti stipulai o rinnovati nel quarto trimestre 2018 è stato pari a 415 euro con il 50% degli assicurai che paga meno di 372 euro e solo il 10% che paga meno di 235 euro. Ma questi premi, come osserva l’ Ivass, non sono per tutti. Per i neopatentati le tariffe restano infatti molto più alte: il prezzo medio dei contratti stipulati dagli assicurati con età inferiore a 25 anni continua a essere particolarmen te elevato: 740 euro (+78% rispetto alla media nazionale) ed è declinato in modo eterogeneo su base provinciale: a Napoli gli under 25 pagano un premio pari a circa unavolta e mezza quello medio della provincia, mentre a Bologna pagano quasi il doppio. Sul piano territoriale poi complessivamente, a livello nazionale, Napoli e Prato rimangono le province più costose (premio medio rispettivamente di 618 e 606 euro); Oristano e Aosta si confermano quelle più economiche (296 e 302 euro). Nel 2018 è comunque proseguito il trend di stabilizzazione dei prezzi; la variazione del prezzo medio su base annua è lievemente negativa (-0,5%) e i 415 euro del premio medio pagato si suddividono in 52 euro di imposte, 34 di contributo al Servizio Sanitario Nazionale e 329 di premio netto. Un andamento che è finito al centro delle critiche del Codacons: «Le tariffe registrano un leggero calo di cui tuttavia non beneficiano i neopatentati» spiega il presidente Carlo Rienzi.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox