9 Novembre 2020

Calabria, il nuovo commissario alla Sanità Zuccatelli: “Le mascherine non servono a un ca**o”

“Le mascherine? Sono inutili”. Non si presenta benissimo, per usare un eufemismo, il nuovo commissario alla Sanità della Calabria Giuseppe Zuccatelli, appena nominato dal Governo. Una nomina arrivata a poche ore dalle dimissioni di Saverio Cotticelli, ormai ex commissario ad acta, silurato dopo l’ intervista del programma di Rai 3 Titolo V durante la quale ha dimostrato di non sapere neppure che la responsabilità di redigere il piano Covid per la Calabria spettasse a lui.Ora dunque tocca a Zuccatelli, tuttavia il nuovo commissario sta già facendo parlare di sé per un video piuttosto controverso diventato in queste ore virale sui social. “Le mascherine? Non servono a un ca**o”. “Sapete cosa serve? La distanza. Per beccarti il virus, se io fossi positivo, tu devi stare con me e baciarmi per 15 minuti con la lingua in bocca altrimenti non te lo becchi il virus. Il virus si becca solo se le gocce di saliva ti arrivano per 15/20 minuti addosso”, spiega Zuccatelli nel filmato.Attuale commissario straordinario dell’ Azienda ospedaliera Pugliese Ciaccio di Catanzaro e del Policlinico universitario Mater Domini, a lui spetterà a breve occuparsi dell’ ormai noto piano Covid nella Regione. Non è chiaro a quando risale il video in questione. Originario di Cesena, 76 anni, per ora il diretto interessato non ha commentato il filmato, ma certo presto dovrà farlo, anche per non alimentare ulteriori polemiche.Il vicepresidente del Codacons ha condiviso il video di Zuccatelli lanciando un appello al ministro Speranza: “Caro Ministro Speranza, questo eminente scienziato lo ha nominato lei. A differenza di Cotticelli senza ombra di dubbio il prof Zuccatelli sarà capace di darci una mano ad uscire da questa brutta situazione ed è per questo motivo che bisognerà seguire scrupolosamente le indicazioni del neo commissario. Confido, quindi, che da domattina non ci saranno più restrizioni, visto che per infettarsi (come sostiene il suo luminare) bisogna baciarsi (e con la lingua) per almeno 15 minuti”.Per ora le uniche dichiarazioni ufficiali del nuovo commissario sono quelle rilasciate all’ Ansa dopo la nomina: “Sono contento della nomina a commissario, naturalmente, perché il mio lavoro mi piace, ma sono frastornato dalle centinaia di messaggi e telefonate che sto ricevendo in un momento in cui sono anche stanco perché sono in quarantena, essendo risultato positivo al coronavirus, sebbene asintomatico”, ha detto.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox