4 Luglio 2013

Caccia agli sconti con pochi soldi

Caccia agli sconti con pochi soldi

 

• Riecco la stagione degli sconti. Da sabato prossimo e fino al 15 settenbre, infatti, tornano i saldi estivi. Un’ occasione importante sia per gli utenti, che possono acquistare i prodotti a prezzi convenienti, sia per gli operatori commerciali: una boccata d’ ossigeno in tempi di magra. Tanto che numerosi commercianti, già da alcuni giorni e senza aspettare la data del 6 luglio, stanno facendo promozioni sui prodotti in vetrina. Le previsioni, comunque, sono fosche. Secondo le stime del Codacons regionale, infatti, dovrebbe esserci un nuovo record nel calo degli acquisti, quantificabile nella percentuale del 21 per cento, un dato estremamente negativo se si pensa alle forti riduzioni di spesa effettuati negli anni precedenti dalle famiglie. I consumatori, dunque, a causa della crisi economica in corso e in vista di tempi duri, limiteranno ulteriormente il budget da destinare agli sconti di fine stagione, e acquisteranno – aggiunge il Codacons – solo beni indispensabili e di valore contenuto, al punto che meno della metà delle famiglie potrà permettersi compere durante i saldi, ed il valore medio dello scontrino scenderà a 88 euro. E in vista della stagione dei saldi estivi scende in campo la Confesercenti di Lecce con il decalogo «saldo amico». Intanto viene spiegato che l’ esercente che intende effettuare i saldi deve darne comunicazione al Comune almeno 5 giorni prima, indicando la data di inizio e durata della vendita; i prodotti oggetto della vendita; la «La Confesercenti – viene sottolineato – è impegnata da anni con una serie di iniziative tendenti a rafforzare il rapporto di fiducia tra operatori e consumatori, quanto mai necessaria in un momento di crisi come quello attuale e in un periodo che è stato sempre delicato, come quello appunto dei saldi, caratterizzato dalle aspettative dei consumatori di fare acquisti favorevoli e quelle dei commercianti di recuperare eventuali cali di vendita». Da qui, dunque, la necessità di un decalogo contenente alcune regole di comportamento utili per continuare ad avere con i clienti un rapporto di fiducia e di trasparenza. Ed ecco le regole di «saldo amico»: attendere il periodo ufficiale dei saldi; evidenziare l’ oscillazione dello sconto praticato; non esibire sconti generici riferiti poi soltanto ad alcuni articoli; separare in modo chiaro le merci offerte a prezzi di saldo da quelle poste in vendita a condizioni normali; evidenziare il prezzo originario e quello scontato dei prodotti posti in saldo; accettare pagamenti con pagobancomat e carte di credito; rendere visibile l’ interno del negozio; rendersi disponibili a sostituire la merce anche se acquistata nel periodo dei saldi; effettuare le riparazioni, se richieste dal cliente; usare la massima cortesia.

 

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this