10 Dicembre 2017

C’ è anche il reclamo dell’ ex grillino Pepe e del Codacons

Dopodomanialla Consulta non si discuterà solo del ricorso presentato da alcuni degli avvocati che hanno già contribuito alla bocciatura di Porcellum e Italicum, ma pure di quello presentato dall’ associazione dei consumatori Codacons, dal senatore ex M5S e oggi nel gruppo Gal Bartolomeo Pepe e da un privato cittadino. Anche in questo caso si punta sul ricorso alla fiducia da parte del governo Gentiloni, che – dice il comunicato della Corte – secondo i ricorrenti “sarebbe preclusa all’ esecutivo su una legge elettorale dall’ articolo 72 della Costituzione e da norme regolamentari della Camera dei deputati”. Il Codacons e il senatore Pepe, poi, “denunciano” anche alla Corte costituzionale “la violazione delle prerogative del corpo elettorale sancite da norme Cedu”. Il riferimento qui è probabilmente al Codice di buona condotta elettorale del Consiglio d’ Europa (di cui la Corte europea dei diritti umani è un organo) che prescrive di non intervenire in materia elettorale nei sei mesi precedenti alla data del voto per evitare modifiche che favoriscano la maggioranza uscente.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox