20 Dicembre 2018

Bus turistici in piazza Venezia, caos in centro. Codacons: Andremo in Procura

 

ROMA – A Roma piazza Venezia è ostaggio dei bus turistici . Sono circa 200 i mezzi che stanno paralizzando il centro della città, dopo aver bloccato il traffico da via del Teatro Marcello fino a piazza Venezia. I bus turistici parcheggiati in massa fino quasi sotto al Campidoglio protestano contro il nuovo regolamento che vieta l’ accesso in Centro dal 2019 . Fonti della Polizia locale riferiscono che gli autisti si starebbero radunando per salire in Comune. Decine le pattuglie dei vigili impegnate a dirigere il traffico veicolare. Chiuse al momento via dei Cerchi e via del Teatro Marcello. Pesanti i disagi al traffico. CODACONS: PROTESTE TAXI E BUS TURISTICI, ANDREMO IN PROCURA Durissimo il Codacons contro tassisti e bus turistici che in queste ore stanno attuando proteste nella Capitale che hanno ripercussioni pesantissime per la città e per gli utenti . “Presenteremo oggi stesso un esposto al Garante degli scioperi perché sanzioni pesantemente i responsabili delle proteste, e alla Procura della Repubblica di Roma affinché apra una indagine per i reati di blocco stradale e interruzione di pubblico servizio – afferma il Codacons-. Taxi e bus turistici rappresentano la lobby del trasporto che ha deciso di prendere i cittadini come ostaggi per le proprie recriminazioni creando danni immensi agli incolpevoli utenti, privati di servizi essenziali e costretti in queste ore a subire pesanti ripercussioni sul fronte della viabilità, con ritardi sul luogo di lavoro, appuntamenti persi e ore bloccati nel traffico “. “Il Comune- continua- deve far intervenire le forze dell’ ordine per identificare anche tramite le targhe dei veicoli e le telecamere di videosorveglianza i responsabili dello scempio a danno di Roma e dei romani, e la Procura dovrà acquisire gli atti procedendo nei confronti dei singoli tassisti e dei conducenti di bus turistici per i reati di blocco stradale e interruzione di pubblico servizio. Tutti i cittadini che a causa delle manifestazioni odierne abbiano subito danni materiali come visite mediche saltate o incontri di lavoro persi , possono rivolgersi al Codacons per avviare richieste risarcitorie agli organizzatori delle proteste, illegittime perché non autorizzate e non precedute dal preavviso previsto dalla legge”. Leggi anche: Roma, l’ Abruzzo ha dato disponibilità a ricevere i rifiuti anche nel 2019 Salvini: “Io e Di Maio come Bud Spencer e Terence Hill” Geiser d’ acqua in via Flaminia a Roma, zona Fleming resta a secco L’ altolà di Mattarella: “Ci sono limiti imposti dalla Costituzione” A Roma il ‘presepe dei netturbini’, con oltre 3.000 pietre Le prime pagine dei quotidiani di Giovedì 20 Dicembre 2018.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this