26 Luglio 2021

Burioni su twitter: “No vax chiusi a casa come sorci”. “Era ironico”

Roberto Burioni dopo le polemiche torna sul tweet sui no vax: “Qualcuno si è sentito offeso, non lo riscriverei”. A distanza di giorni l’hashtag “sorci” in tendenza
Il Codacons ha inoltre annunciato di voler presentare un esposto all’Ordine dei medici per chiedere la radiazione del virologo. Il tweet, postato dallo scienziato dopo l’introduzione del green pass esteso obbligatorio, recitava: “Propongo una colletta per pagare ai no-vax gli abbonamenti a Netflix per quando, dal 5 agosto, saranno agli arresti domiciliari chiusi in casa come dei sorci”. La polemica si è accesa non solo tra i followers di Burioni ma anche sul piano politico. Il virologo del San Raffaele di Milano ha precisato che era “un tweet ironico” ma, aggiunge al CorSera, “ho dimenticato che twitter non è il luogo per l’ironia”. Sul fronte politico in particolare non hanno mancato di prendere posizione contro il tweet la leader di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni, che le ha definite “parole vergognose”, e Marco Rizzo, segretario del Partito comunista, che lo ha accusato di “arroganza e odio di classe”. A Meloni lo scienziato fa notare che le vaccinazioni obbligatorie sono iniziate ai tempi del secondo conflitto mondiale, e senza nessuna protesta. Mentre a Rizzo, altrettanto ironicamente, risponde: “Mi odiano i neofascisti, ma mi odiano anche i veterocomunisti: penso proprio di essere nel giusto”

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox