14 Novembre 2017

Bufera sulla tassa rifiuti ricorsi dietro l’ angolo?

SANTERAMO. Sempre più bufera sulla Tari e la prospettiva una una «cascata» di ricorsi. Questo il tema della conferenza stampa organizzata dal locale Direzione Italia sulle tariffe della tassa rifiuti per gli anni 2014, 2015, 2016 e 2017. A parlarne il consigliere di opposizione Michele Di Gregorio e il segretario cittadino Giovanni Petragallo. Continuano così le iniziative sulla tari del gruppo di Direzione Italia, partire in realtà già a febbraio 2015, allorquando su iniziativa di Michele Digregorio già sindaco e attuale consigliere di opposizione, esperto in tributi, chiese chiarimenti in merito, sollevando il problema sulle «errate valutazioni fatte nelle determinazioni delle tariffe, sono evidenti a tutti tanto che il gettito previsto per la parte “variabile” delle utenze “domestiche” scriveva in una nota Michele Di Gregorio – così come precisato nella Tabella relativa al “calcolo della Tariffa domestica variabile” riportata nel Piano Finanziario (adottato con Delibera di C,C. n. 52 del 20 ottobre 2014), e nella stessa Delibera di consiglio comunale n. 53 del 20 ottobre 2010». Stando a questo ci sarebbe stato «un in troito di 2.307.318,84 euro in luogo di quello previsto e dichiarato per 1.580.740,33 euro con maggiore entrate per 726.578,51 euro e, quindi, in contrasto a quanto disposto dall’ art. 1, comma 654, della Legge 27 dicembre 2013 n. 147». Per questi motivi nel marzo 2015 il gruppo di Direzione Italia, sottoscrisse una proposta di deliberazione ad iniziativa popolare. E ben 1.500 cittadini sottoscrissero la proposta. «Cittadini stanchi di essere presi in giro – afferma Di Gregorio – .Ma questo non basta, nei mesi a seguire il gruppo guidato dal segretario cittadino Di, Giovanni Petragallo,spiega Domenico Gabriele Nuzzolese del gruppo Di – chiese un confronto pubblico con l’ allora sindaco Michele D’ Ambrosio. Confronto dissateso». Di Gregorio durante l’ in contro, al quale erano presenti numerosi cittadini, ha ribadito che anche il Ministero delle Finanze gli ha dato ragione confermando la sua tesi. Nel corso della conferenza stampa sono stati presentati i modelli per la richiesta di rimborso e le modalità per la presentazione della istanza per il rimborso sulle pertinenze ,garage, cantine, soffitte. Direzione Italia Santeramo è a disposizione dei cittadini per la compilazione delle richieste del rimborsoTari. Anche i consumatori con il locale Coda cons sono sul piede di guerra per rivendicare gli esborsi immotivati. Il Codacons, presente all’ incontro, attraverso il suo sportello di via Iapigia ha invitato i contribuenti a mobilitarsi per le somme illegittimamente versate.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox