29 Luglio 2011

BUFERA SU DE LAURENTIIS

Preziosi lo attacca, il Codacons lo vuole multare mentre i tifosi lo difendono

NAPOLI – Un terremoto, lo sconquasso: la bufera su De Laurentiis, il giorno dopo. Fulmini di guerra sul patron azzurro, scatenato e irriverente contro i padroni del vapore. Il mondo del football nazionale sottosopra, con l’ indice puntato contro il numero uno di Casa Napoli. Veleno dappertutto, anche nella reazione del presidente del Genoa, Preziosi, pure lui duramente colpito da De Laurentiis che tra l’ altro ha considerato abbordabile la prima giornata di campionato proprio contro il Genoa. Preziosi è esploso: «Io rispondo che il nostro inizio è difficile e in salita. De Laurentiis non è ancora entrato nel nostro mondo, probabilmente continua a fare ciò che fa nel mondo dello spettacolo. Ma il calcio è diverso dal cinema. Dico all’ amico Aurelio: basta, hai un po’ stufato con queste esternazioni. Essere presi a parolacce, aggiungendo che solo lui sa fare tutto e che tutti gli altri non valgono niente, è una cosa che non va bene». Preziosi ci dà dentro, rivolgendosi direttamente al collega presidente: «Se ti senti il Padreterno sceso sulla Terra, Aurelio, cerca di capire che questa terra è abitata da gente normale. Un’ azione disciplinare nei suoi confronti? Personalmente me la auspico». Anche Preziosi una furia: «De Laurentiis ha sbagliato e deve chiedere scusa alle persone a cui ha rivolto tutti quegli insulti. Le sue parole non sono state civili. Alla fine invece di qualche innovazione, nel mondo del calcio porta qualche volgarità di troppo e qualche problema in più. La fama che ne deriva forse lo ha colpito più di quella che gode nel mondo dello spettacolo. Farebbe bene a tornare al mondo del cinema, per lui è il mondo ideale». Contro don Aurelio è sceso in campo anche il Codacons, per la questione del casco: «De Laurentiis è salito sullo scooter senza indossarlo. Vogliono che sia multato», lo ha chiesto Carlo Rienzi, presidente dell’ organismo, ai vigili urbani di Milano dopo aver visto le immagini: «E’ una violazione al codice della strada e va punita, senza fare sconti. Il comportamento di De Laurentiis è tra l’ altro diseducativo per i giovani». Con il patron si sono invece apertamente schierati i tifosi presenti a Dimaro: «Un presidente, c’ è solo un presidente ». E questa mattina don Aurelio torna a Dimaro: arriverà in elicottero. (ass)
 

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox