16 Dicembre 2015

Buche su strade per tangenti appalti Roma, Codacons: parte offesa

Buche su strade per tangenti appalti Roma, Codacons: parte offesa
Nostra perizia accerto’ asfalto irregolare su strade Capitale

Roma, 16 dic. (askanews) – Quanto denunciato dal Codacons alla Procura di Roma in merito alle irregolarità dell’asfalto sulle strade della capitale, “trova oggi pieno riscontro” con l’operazione che ha portato all’arresto di 7 funzionari pubblici, accusati di aver percepito mazzette per chiudere un occhio sulla regolare esecuzione dei lavori di manutenzione di strade e infrastrutture.

La Procura di Roma – ricorda l’associazione – aveva aperto una inchiesta a seguito di un nostro esposto contenente i risultati di una perizia condotta dal Codacons sul bitume appena utilizzato su strade sottoposte a rifacimento, da cui emergeva una percentuale di bitume sul peso della miscela del 3,97%, mentre i limiti di accettazione stabiliti dall’Anas vanno dal 4,5 al 6,1%. Ora tra le accuse della Procura finisce proprio l’asfalto, il cui spessore risulterebbe inferiore a seguito degli illeciti commessi.

Il Codacons ha deciso dunque di costituirsi parte offesa nell’inchiesta della magistratura, e chiama a raccolta i cittadini romani, affinché si costituiscano per chiedere i danni subiti sul fronte della manutenzione stradale attraverso la pagina pubblicata sul sito dell’associazione al seguente link: https://www.codacons.it/articoli/buche_a_roma_ecco_come_chiedere_il_risarcimento_del_danno__272925.html

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox