18 Febbraio 2010

Buche, prime adesioni alla class actionecco il dossier sulle strade “gruviera”

Azione collettiva dell’Ospol contro la cattiva manutenzione stradale Lungotevere, via Giolitti, via Appia e via Tuscolana tra le strade più disastrate

Il sindacato dei vigili all’assessore Ghera: «Meno parole, urgono interventi».

Roma
Viale Trastevere, via Giolitti,
via Nazionale. E ancora: via Appia,
via Tuscolana, via Tiburtina.
Un lungo elenco di strade –
dal centro storico fino alle arterie
consolari che attraversano
la periferia – al centro di un
dossier dell’Ospol (l’o r g a n i zzazione
sindacale delle polizie
locali) sull’emergenza buche a
Roma. Un dossier che parte
dalle segnalazioni dei cittadini
che formeranno la materia prima
di una “class action”contro
la cattiva manutenzione stradale
della Capitale. L’iniziati –
va, sulla quale sta lavorando
uno staff di legali dell’Ospol da
circa tre settimane, sta raccogliendo
le prime adesioni. Il
sindacato della polizia municipale
ha monitorato, dopo le copiose
piogge di questi giorni,
una decina di strade per Municipio
riscontrando che, insieme
alle nuove buche, le vecchie
già coperte nel mese di
gennaio sono di nuovo sprovviste
di manto stradale e aumentate
di volume. In una nota,
l’Ospol invita l’assessore ai
Lavori pubblici, Fabrizio Ghera,
a fare “meno chiacchiere
con la riproposizione degli
ispettori e a fare di più sul piano
pratico”. Un’iniziativa simile a
quella intrapresa dal Codacons
che dal dicembre scorso sta
raccogliendo circa una decina
di segnalazioni al giorno. La
class action, lanciata dal presidente
Carlo Rienzi, è attualmente
in stand by in attesa delle
direttive della Presidenza
del Consiglio dei Ministri sulle
class action nei confronti delle
pubbliche amministrazioni.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this