24 Settembre 2008

Bruciati altri 118 miliardi, a seguito dell’allarme recessione lanciato dal presidente della Federal Reserve

E nuovo ribasso per le Borse mondiali, da Sidney a Wall Street, mentre in Europa sono stati bruciati altri 118 miliardi, a seguito dell’allarme recessione lanciato dal presidente della Federal Reserve Ben Bernanke. MIlano ha chiuso in perdita dell’1,44%. Lo "spezzatino" di Lehman Brothers prende sempre più forma, con le attività italiane si indirizzano verso la giapponese Nomura.  Intanto il Codacons annuncia battaglia: una denuncia penale e una class action contro banche e società di rating, colpevoli di aver "piazzato titoli pericolosi per gli investitori privati".  L’associazione dei consumatori parla di 40.000 risparmiatori italiani che "rischiano seriamente di perdere le somme investiste", superiori, sempre secondo il Codacons, al miliardo di euro. In questo momento la preoccupazione maggiore non riguarda più "solo l’esposizione diretta di banche e assicurazioni italiane", ma "soprattutto il numero dei clienti che hanno nei portafogli bond, prodotti strutturati e polizze index linked legati alla banca Usa".

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox