7 Luglio 2006

BRAVO BERSANI: MA ORA IL GOVERNO NON DEVE ARRETRARE

    LE RICHIESTE DEL CODACONS PER PROSEGUIRE CON LE LIBERALIZZAZIONI E MIGLIORARE IL DECRETO BERSANI



    Bravo Bersani. Ma la battaglia è solo all`inizio. Ora si tratta, infatti, di non arretrare rispetto alle posizioni assunte, cedendo alle pressioni delle varie lobbies, dai taxisti ai farmacisti, per non parlare degli avvocati, che contano ben 110 rappresentanti in Parlamento.


    Il decreto Bersani è un passo importante al quale però ne devono seguire altri. Cedere ora significa interrompere un processo indispensabile per aiutare i consumatori ad arrivare alla fine del mese. Per questo il Codacons avanza 10 nuove proposte a Bersani, per migliorare il decreto:




    1) Si all`apertura di nuove farmacie, ma anche per i laureati iscritti all`ordine.

    2) Basta con la pubblicità televisiva dei farmaci da banco.

    3) Si alla class action, ma chiediamo anche il danno punitivo.

    4) Si all`eliminazione del notaio per il passaggio di proprietà dei veicoli, ma via anche le tasse sul trapasso

    5) Si alla comunicazione delle banche in caso di variazioni, ma anche:


    ? Responsabilità oggettiva delle banche in caso di furto del bancomat

    ? Portabilità del numero del conto corrente

    ? Costo zero per la chiusura del conto sempre, se non diversamente specificato nel contratto


    6) Si alle nuove licenze di taxi, ma anche per chi non è gia taxista e maggiore flessibilità negli orari.

    7) Si alle offerte promozionali libere, ma che valgano anche per i saldi e il sottocosto

    8) Per i negozi chiediamo anche liberalizzazioni degli orari e dei giorni (festivi) di apertura

    9) Via alle liberalizzazioni anche negli altri settori. In particolare chiediamo:


    – Abolizione canone Telecom

    – Eliminazione del pagamento di interessi in caso di rateizzazione bollette gas ed elettricità

    – Benzina venduta anche nei centri commerciali

    – Benzacartelloni in autostrada

    – Multe salate per chi non espone i prezzi della benzina con cartelli luminosi ben visibili;

    – Stop all`aumento automatico dei pedaggi autostradali.


  • Il testo del DECRETO-LEGGE 4 luglio 2006, n. 223

  • Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox