29 Settembre 2020

#bravimabasta

Francesco Vezzoli è forse l’ artista italiano vivente più conosciuto al mondo. Vanta stuoli di ammiratori che vanno da Lady Gaga giù giù giù giù giù fino al sottoscritto. Ha prodotto mostre memorabili, ovunque, fatte di affetto virulento, creativo, geniale verso il passato, e di traslazione anarchica del presente. È pure simpatico. Molto. Ha diretto l’ ultimo numero del mensile Vanity Fair e, tra le molte perle, ha inserito una copertina raffigurante una Madonna con il volto di Chiara Ferragni. Il numero è uscito una settimana fa. Dopo averne preso visione secondo modalità imperscrutabili, il Codacons (chi?) ha denunciato ieri la Ferragni per il “raccapriccio” procurato. Quando qualcuno indagherà antropologicamente sulle associazioni dei consumatori, malattia degenerativa della democrazia, anello di congiunzione tra la politica vera e i Cinque Stelle, casa di riposo neuronale per gente senza alcuna competenza che lucra sulla pigrizia di giornali e giornalisti (pure io) che cadono nelle loro provocazioni pro domo fatturato, sarà sempre troppo tardi. Nel frattempo, mi sia consentito di denunciare il Codacons al tribunale della decenza: prima di firmare un comunicato, almeno googolate. Capre. E studiate.
di luca bottura

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox