2 Giugno 2003

Bracci in cemento alla foce del Fiora

Bracci in cemento alla foce del Fiora

Approvato il progetto, sarà realizzata anche l?arginatura della sponda sinistra



Conferenza dei servizi a Roma organizzata dall`Ardis, in discussione il progetto per la realizzazione dei bracci a mare sulla foce del fiume Fiora e l`arginatura di una sponda per alcune centinaia di metri fino all`altezza del ponte sulla ferrovia. All`incontro, dove l`Ardis (l`agenzia regionale della difesa idrogeologica e del suolo) ha presentato il progetto preliminare, hanno partecipato il sindaco di Montalto di Castro, Salvatore Carai, la Soprintendenza archeologica per l`Etruria meridionale, tecnici della Regione Lazio, della Provincia di Viterbo, del Consorzio di bonifica e i rappresentanti del Codacons, l`associazione a difesa dei consumatori, e coloro che erano stati chiamati a dare un parere. Alla fine della giornata tutti si sono detti d`accordo sul progetto preliminare che prevede la costruzione di due bracci in cemento che si allargheranno verso il largo, partendo dalla foce, per 150 metri e l`arginatura della sponda sinistra, quella che si affaccia verso la marina.
«La sistemazione della foce del Fiora è uno dei nostri obiettivi primari – dichiara il sindaco Salvatore Carai – con la costruzione dei bracci e l`arginatura della sponda che guarda la Marina si eviteranno per il futuro i pericoli delle esondanzioni che potrebbero essere provocate dalle alluvioni come avvenne 15 anni fa. Ma cosa altrettanto importante si darebbe impulso all`economia legata alla piccola pesca e alla pesca da turismo perché verrebbero risolti i problemi legati alla sabbia che per diversi giorni dell`anno blocca l`uscita delle barche. Sarà installata un idrovora che spargerà la sabbia nel lato dove questa viene portata via dalle onde. Se tutto va bene il prossimo anno si appalterà il progetto».

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox