17 Dicembre 2020

Bonus Tv, mini-sconto da 50 euro per il nuovo digitale terrestre

Il 2021 sarà molto probabilmente l’ultimo anno che passeremo con la prima generazione del digitale terrestre. Salvo nuove proroghe, dal 2022 scatterà il passaggio ai nuovi standard trasmissivi (DVB T2). Chi non ha la tecnologia aggiornata in casa, dovrà dotarsi di un nuovo televisore o di un decoder.

Non molti lo sanno ma per chi dovrà fare l’acquisto è previsto un bonus del valore di 50 euro. Per richiederlo c’è tempo «fino al 31 dicembre 2022 o all’esaurimento delle risorse stanziate» come indicato sul sito del Mise, Ministero dello sviluppo economico. Lo stanziamento previsto è pari a circa 150 milioni di euro. Finora ne sono stati spesi solo 10.

Come chiedere il bonus
Occorre sapere che il «Bonus TV» non è disponibile per tutti ma soltanto per le famiglie con ISEE fino a 20 mila euro. Questa agevolazione viene erogato sotto forma di sconto praticato dal venditore sul prezzo del prodotto acquistato. Questo significa che dalla cifra da pagare sarà scalato un importo di 50 euro. Per ottenere il bonus, i cittadini dovranno presentare al rivenditore una richiesta per acquistare una Tv o un decoder beneficiando del bonus. Nel modulo occorre dichiarare di essere cittadino italiano, di appartenere a un nucleo familiare di fascia ISEE che non superi i 20.000 euro e che altri componenti dello stesso nucleo non abbiano già fruito del bonus. Il modulo si può scaricare dalla pagina del Mise che è dedicata a questa iniziativa. Non tutti gli esercenti danno però diritto a questo incentivo. Lo sconto viene applicato soltanto da quelli convenzionati. Occorre quindi informarsi dell’opportunità prima di concludere l’acquisto.

Quali apparecchi
Per verificare che una Tv o un decoder rientrino tra i prodotti per i quali è possibile usufruire del bonus è a disposizione dei cittadini una lista di prodotti «idonei» all’indirizzo https://bonustv-decoder.mise.gov.it/prodotti_idonei. Il passaggio al nuovo sistema di ricezione dei canali metterà fuori gioco 10 milioni di televisori che, in base alle stime dell’associazione di consumatori Codacons, risulteranno obsoleti e andranno o sostituiti, o dotati di apposito decoder. Nonostante questa maxi rottamazione, il bonus tv non vale per tutti, ma solo per i nuclei meno agiati con Isee inferiore ai 20mila euro. Questo significa che tutte le altre famiglie, se vorranno continuare a vedere la Tv, dovranno spendere di tasca propria dai 30 ai 250 euro per acquistare un decoder apposito.

In ogni caso, l’adeguamento al sistema digitale DVB-T2 avverrà entro luglio 2022. Fino ad allora ci sarà un periodo di transizione, durante il quale bisognerà comprare un nuovo televisore o adeguarsi con un nuovo decoder.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox