fbpx
24 Novembre 2010

Bond spazzatura, progetto anti-truffe

«Da anni – scrive il Codacons – nel nostro Paese sussistono problemi e questioni relative alla chiarezza ed alla trasparenza sui prodotti e servizi finanziari e sugli strumenti creditizi, dai problemi connessi all’ anatocismo, ai mutui, e in questi ultimi anni, alle varie questioni del cosiddetto risparmio tradito (Bond Argentina, Parmalat, Cirio, etc.). Sussistono, inoltre, i problemi informativi e di rapporto con i cittadini nell’ ambito dei servizi bancari, assicurativi e creditizi che necessitano di interventi che favoriscano una conoscenza ed un migliore utilizzo degli strumenti esistenti da parte della clientela. In questo panorama, caratterizzato da frequenti aggiramenti delle regole codificate volte a tutelare correttezza e trasparenza, il ricorso a pratiche commerciali scorrette ed a pubblicità ingannevoli da parte dei professionisti è, purtroppo, all’ ordine del giorno, come rileva la stessa Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato». «Inoltre – continua l’ associazione – il ricorso a forme di strumenti creditizi e di accesso al credito al consumo, come dimostrato da recenti indagini, è aumentato in maniera preoccupante per far fronte all’ aumento del costo della vita. Se a tutto ciò aggiungiamo la grave crisi internazionale che si è verificata, non si può sottacere che tale materia necessiti altresì di una informazione capillare della nostra cittadinanza. Il Progetto Informa, promosso dal partenariato di associazioni dei consumatori composto da Federconsumatori Nazionale (soggetto capofila), Adoc, Adusbef, Codacons e Codici, vuole informare il mercato per utilizzare al meglio i servizi finanziari e creditizi. Il progetto si occupa di mutui, credito al consumo, carte di credito, polizze vita, risparmio». Il sito dell’ associazione mette a disposizione una scheda on-line per ognuno di questi argomenti.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox